Grande Fratello Vip: Stefano Bettarini indagato con altri sei membri del reality

Nessuno ha dimenticato le confessioni di Stefano Bettarini nella Casa del Grande Fratello Vip anche se con passare delle puntate l’ex calciatore ha avuto la possibilità di riscattarsi. Stefano Bettarini è stato indagato, il suo nome è nell’inchiesta che deriva proprio da quella chiacchierata scandalo nel GF Vip. Con lui ci sarebbero altre sei membri del reality show, non concorrenti ma responsabili a vario titolo di ciò che andava o non andava in onda. Stefano Bettarini sarebbe stato indagato dopo la denuncia di Sara Varone. Il GF Vip si è concluso lunedì scorso e stasera andrà in onda la puntata speciale ma è in tribunale che si risolveranno le questioni relative a quelle parole di troppo uscite dalla bocca di uno dei finalisti.

In base a quanto riferito da Il Messaggero Stefano Bettarini risulterebbe indagato con altri sei membri del Grande Fratello Vip, ovvero “L’amministratore di Endemol Shine Italy, Paolo Bassetti; il responsabile dei registi della società, Alessio Pollacci; i due registi del Grande Fratello Vip 2016, Antonella Boffo e Iacopo Santerello; e anche l’addetta al controllo della messa in onda della trasmissione da Mediaset spa, Giovanni Mondina”.

Grande Fratello Vip la puntata di stasera già registrata – clicca qui

Un atto dovuto immaginiamo ma nel registro indagati risulterebbero tutti questi nomi e sempre in base al giornale il Pm Ardigò avrebbe criticato duramente quella chiacchierata e quei racconti sarebbe andati in onda “al solo fine di incrementare gli ascolti televisivi suscitando morbosa curiosità”. Ancora si legge “Sara Varone tirata in ballo con una battuta hardcore, ha deciso di denunciarlo dando il via al procedimento che ha appena portato al sequestro delle riprese della trasmissione registrata il 30 settembre, proprio negli spezzoni in cui Bettarini faceva le battute per niente eleganti. Il primo atto dei magistrati romani è stato quello di iscrivere l’ex calciatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.