Il principe William parla di Lady Diana, avrebbe voluto un suo consiglio (Foto)

Ci sono voluti venti anni prima che il principe William d’Inghilterra (foto) riuscisse a parlare di sua madre, di Lady Diana, in un’intervista, in pubblico. Erano solo due bambini lui e il fratello Harry quando in un tragico incidente la principessa persa la vita a Parigi. William adesso è felice accanto a sua moglie Kate Middleton e con i due figli George e Charlotte ma sua madre non c’è e non ha potuto incontrare Catherine né abbracciare i suoi due nipotini. E’ il desiderio che non potrà mai realizzare e ne parla solo adesso. Il principe William si è lasciato fotografare da Norma Jean Roy per GQ Britain, è con Kate e i bambini seduto a terra sul prato nei giardini di Kensington Palace. Intervistato dal mensile ha parlato di come lui e Kate vogliono crescere i loro bambini e ovviamente di Lady D.

“Vorrei avere avuto il suo consiglio” questa è la frase che colpisce di più perché più di tutte fa capire la mancanza che ha avuto nel perdere sua madre così presto. “Avrei voluto che avesse incontrato Catherine, e avesse visto crescere i bambini, mi rende triste che non abbia potuto, e che loro non la conosceranno mai” ha aggiunto il Duca di Cambridge. Avrebbe voluto che George e Charlotte avessero la nonna con cui giocare, avrebbe voluto che li accompagnasse nel loro percorso.

Riesco a parlare di lei più apertamente, a parlare di lei più onestamente e riesco a ricordarla meglio e a parlare pubblicamente di lei al meglio. Ma ci sono voluti vent’anni per arrivare a questa fase” aggiunge il principe che sente più forte tante mancanze soprattutto adesso che è padre. E della sua famiglia meravigliosa dice: “La stabilità a casa è così importante per me. Voglio crescere i miei figli in un mondo felice, stabile, sicuro, e questo è tanto importante per noi come genitori”. Per i suoi figli desidera un quotidiano semplice e combatterà sempre per fare avere loro una vita normale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.