Harry e Meghan a Roma al matrimonio di Misha Nonoo ma la Markle perde l’orecchino e scatena il panico (Foto)

Harry e Meghan Markle erano tra gli ospiti più attesi al matrimonio di Misha Nonoo e del petroliere Mikey Hess, anche perché la duchessa del Sussex è la migliore amica della sposa (Foto). Non è tutto è filato liscio per il matrimonio della stilista perché nel bel mezzo della serata l’ex attrice ha perso il prezioso orecchino. Matrimonio ovviamente super glam nella capitale con 200 invitati a Villa Aurelia. Per l’occasione Meghan Markle ha indossato un abito Valentino Haute Couture, nero, elegantissima ma forse un po’ distratta. I festeggiamenti sono durati tre giorni e ieri sera si sono conclusi con il party ispirato alla Dolce Vita negli studi di Cinecittà. Tutto sembrava perfetto fino a quando l’ex attrice si è accorta di avere perso uno degli orecchini di diamanti.

LA DISTRAZIONE DI MEGHAN MARKLE CREA IL PANICO ALLE NOZZE DELLA STILISTA MISHA NONOO

Un accessorio di certo prezioso, gli orecchini scelti dalla Markle non erano piccoli. In pochi attimi all’improvviso tutti sono andati in tilt, lo staff ha dovuto cercare l’orecchino della moglie di Harry. Camerieri e agenti di sicurezza si sono mobilitati ma il gioiello non è stato ritrovato. Meghan Markle si è dovuto rassegnare ed è partita per il Sudafrica con un orecchino in meno e l’altro inutilizzabile.

In compenso era elegantissima nel suo abito Valentino, felice di esserci e di potere godere di tanta bellezza a Roma con suo marito e il piccolo Archie. Alle nozze c’erano anche Beatrice ed Eugenie di York; invitati anche Ivanka Trump, Katy Perry e Orlando Bloom, James Corden con la moglie e tanti altri

Prima missione per il piccolo royal baby con mamma e papà. Il tour africano sarà certo l’occasione per Meghan di indossare nuovi abiti ma il suo obiettivo è quello di dimostrare che anche lei ha un ruolo fondamentale e non solo di accompagnatrice. Pronta a innovare la monarchia britannica partendo dalla tutela dei diritti delle donne, la salvaguardia delle minoranze e la protezione ambientale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.