Anche il nome di Antonella Clerici usato per le truffe on line con bitcoin: la conduttrice denuncia sui social

Non è la prima volta che il nome e il volto di un personaggio del mondo dello spettacolo viene usato per delle pubblicità fake soprattutto sui social. Generalmente ci troviamo di fronte a degli annunci, diffusi in particolare sui social come Facebook, che ci mostrano il titolo di quella che dovrebbe essere una notizia, associata al volto di un personaggio famoso. Con titoloni eclatanti si sponsorizzano degli investimenti, magari con Bitcoin o altre monete virtuali. Annunci che promettono alle persone che, dopo un primo investimento, si possa diventare ricchi in pochi passi. E a rendere la notizia reale, dovrebbe essere la certezza data da un vip che ci ha messo la faccia e che fa promozione al prodotto. Molto spesso però, i vip coinvolti non sanno nulla di queste pubblicità o di queste promozioni e si ritrovano coinvolto loro malgrado.

E’ quello che probabilmente è successo anche ad Antonella Clerici che si è imbattuta in queste pubblicità o che forse ha ricevuto delle segnalazioni con le quali le si fa notare la cosa. La conduttrice però ha subito voluto prendere le distanze pubblicando un post sui social per mettere in guardia tutti i suoi fans che magari, vedendo il suo volto, ritengono queste operazioni serie e affidabili.

ANTONELLA CLERICI DENUNCIA SUI SOCIAL LA TRUFFA DEI BITCOIN

Questa mattina quindi la conduttrice ha voluto prendere posizione sulla questione.


Gira su vari social la FAKE NEWS #fakenews che io consiglierei investimenti di bitcoin o affini( non so neanche cosa sono). E’ FALSO. Diffidate non consiglierei MAI una cosa del genere.

Non è la prima volta che succede a un vip qualcosa di questo genere. Tra i primi a denunciare, qualche mese fa, c’era stato anche Marco Baldini, anche con il suo volto, si promettevano grandi affari che però erano solo delle fake news.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.