Harry e Meghan Markle hanno lasciato il Canada per raggiungere mamma Doria e Los Angeles


Anche Harry e Meghan Markle sono chiusi in casa, anche se la loro è una lussuosa villa, ma non sono più in Canada, hanno lasciato Vancouver per trasferirsi a Los Angeles. Harry, Meghan e il piccolo Archie giovedì hanno raggiunto nonna Doria Ragland a bordo di un jet privato, prima che Donald Trump chiudesse i confini, prima del blocco dei voli. Una decisione presa in fretta ma in realtà, come aveva già svelato People, la coppia aveva già intenzionati di trasferirsi in California. L’emergenza coronavirus ha semplicemente accelerato tutto e così adesso Harry e Meghan sono rinchiusi nella loro favolosa villa di Los Angeles. Semplice pensare che la meta scelta non sia solo per stare accanto alla mamma e alle amiche ma anche perché Los Angeles è la capitale del cinema. In tanti quindi pensano che il nuovo trasloco sia legato ai sogni professionali dell’ex attrice. Non è chiaro se la Markle voglia tornare sul set ma nell’attesa è già diventata una doppiatrice, ovvero la voce  narrante di un nuovo documentario della Disney, dal titolo Elephant, che andrà in onda sulla nuova piattaforma Disney + dal prossimo 3 aprile.

HARRY, MEGHAN E ARCHIE A LOS ANGELES NON SOLO PER L’EMERGENZA CORONAVIRUS

Los Angeles è la città dove Meghan è nata ed è lì che trascorrerà la quarantena con il marito e il figlio. Lì può contare sull’aiuto di tante persone a lei care e soprattutto della mamma e delle amiche.

I soliti bene informati in questi giorni hanno anche parlato della preoccupazione di Harry per suo padre, il principe Carlo, positivo al coronavirus. Sembra che volesse tornare in Inghilterra ma che Meghan glielo abbia impedito, o magari solo sconsigliato. Come sempre la verità la conoscono solo i diretti interessati. Intanto, restiamo tutti a casa, chi può nelle ville. 

Leggi altri articoli di News dal mondo

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close