Elena Santarelli a casa dei genitori ma non mancano le critiche per il pranzo insieme (Foto)


Elena Santarelli felice come tanti altri figli che oggi possono riabbracciare dopo due mesi i propri genitori ha postato sui social le foto dell’incontro ma non pensava arrivassero tante critiche. Mascherine per tutti, distanze giuste e siamo certi che Elena Santarelli, la sua mamma, il suo papà e se c’erano altri della famiglia avranno evitato baci e abbracci. Hanno però pranzato insieme o almeno erano seduti allo stesso tavolo con un piatto di pasta fatta in casa, sempre mantenendo le dovute distanze, quindi perché tante critiche per queste foto? Non c’è molta chiarezza in questa Fase 2, bisogna però usare molto buon senso e non c’è dubbio che la Santarelli l’abbia fatto. C’è chi invece le contesta che il pranzo non avrebbe dovuto farlo, che non è permesso cenare o pranzare con i congiunti che si incontreranno in questi giorni. Mangiare insieme significa famiglia, molti immaginiamo lo faranno da oggi in poi, anche se è vero che non si dovrebbe fare perché è ovvio che porta a delle conseguenze. Mangiare allo stesso tavolo potrebbe rendere difficile mantenere la distanza, necessita il togliere la mascherina, in più in genere si mangia al chiuso.

E’ POSSIBILE PRANZARE CON I PROPRI CARI NELLA FASE 2?

Sono tutti molto attenti sui social nel puntare il dito o scoprire chi ha fatto qualche errore, comprensibile dopo due mesi chiusi in casa e il desiderio che non si torni indietro. Elena Santarelli dopo avere letto tanti commenti contro il pranzo di oggi che non andava fatto ha risposto forse iniziando ad avere qualche dubbio. 

Cosa accadrà tra dieci giorni o due settimane dipende solo dai nostri comportamenti, questa fase è anche più delicata della precedente, potrebbe tornare tutto come prima e sarebbe una vera catastrofe perché la vita per molti è ancora ferma a due mesi fa. 

Leggi altri articoli di News dal mondo

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close