Victoria e David Beckham avrebbero avuto il covid 19: possibile contagio a Los Angeles

Hanno passato giorni sereni e felici in Italia, in vacanza ma prima di arrivare nel nostro paese, hanno affrontato un periodo molto molto complicato. Parliamo della famiglia Beckham. Oggi è arrivata la notizia che racconta quanto accaduto a fine marzo quando David, e sua moglie Victoria, hanno scoperto di essere positivi al covid 19. Per il momento la coppia non ha confermato, per cui bisognerebbe parlare con il condizionale. A lanciare questa indiscrezione è il Sun che avrebbe parlato con alcuni amici della coppia, che avrebbero raccontato quanto accaduto.

Secondo quanto si legge sul Sun, i due avrebbero contratto il covid 19 negli Stati Uniti. Lì erano andati per alcuni impegni di lavoro dell’ex calciatore ma poi avrebbero partecipato anche a delle feste ( probabilmente anche altri amici hanno contratto il covid 19 ed è per questo che sono stati in grado di ricostruire la catena del contagi). Ma va ribadito che i Beckham al momento non hanno confermato la notizia.

I BECKHAM AVREBBERO AVUTO IL COVID 19: LA NOTIZIA

Chi c’era a questi party con tanti vip a Los Angeles? Tra gli altri avrebbero partecipato: Elton John, Cara Delevingne, Gordon Ramsay, le Spice Girls, Emma Bunton, Stormzy. La positivà al Covid sarebbe arrivata pochi giorni dopo uno di questi party. “David ha iniziato a sentirsi male e poi Victoria ha avuto un fortissimo mal di gola. Allo stesso tempo, molti membri della loro team, inclusi piloti, guardie del corpo e assistenti, si sono ammalati, un paio di loro molto gravemente”ha raccontato la fonte al Sun.

Victoria è stata presa dal panico e ha messo in quarantena l’intera famiglia per più di due settimane” si legge sul Sun. I figli dei Beckham però non avrebbero avuto nessun sintomo e non ci si sbilancia in merito a un possibile contagio.

A differenza di molti altri vip che hanno deciso di raccontare la positività. condividendo anche molte delle loro emozioni durante la quarantena, David e Victoria avrebbero deciso di mantenere il massimo riserbo. Ma oggi, a mesi di distanza, sembra che la notizia, non possa in nessun modo essere taciuta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.