Flavio Briatore ai ragazzi: “Così finiamo tutti nel baratro”

Flavio Briatore ha cambiato idea sul pericolo Covid? Dopo il contagio l’imprenditore ha capito che non si scherza con questo virus? Non è solo un problema di salute, ci sono tantissime persone che sono ancora ferme con il lavoro. A Storie Italiane si cerca di mantenere alta l’attenzione sulle regole da seguire per evitare il contagio, per non tornare ad un lockdown che per molti sarebbe un vero disastro. Eleonora Daniele mostra il post pubblicato da Briatore, parole che rivelano la sua preoccupazione. “Voi ragazzi sapete quanto vi abbia sempre difeso, condannando che si cercassero nei giovani gli untori da dover condannare” inizia così Briatore e il suo tono è ben diverso questa volta.

IL MESSAGGIO DI FLAVIO BRIATORE AI GIOVANI

“Oggi la situazione è delicatissima e il rischio di nuove chiusure e’ reale e sapete cosa potrebbe significare. La morte irreversibile di un Paese che NON PUÒ PERMETTERSELO!!! Continuo a vedere immagini di assembramenti fuori dai locali che nulla hanno a che fare con l’idea di svago o goliardia, ma solo grande irresponsabilità ed incoscienza” è chiaro il sui messaggio che prosegue.
“Ora più che mai dobbiamo evitare che blocchino il Paese e con questi atteggiamenti non facciamo altro che accelerare che tutto ciò avvenga” ed è sempre più chiaro il messaggio di Briatore. “Vi vedo senza mascherine, appiccicati come formiche. NON VA BENE! Non fate CAZZATE perché il rischio che stiamo correndo è devastante per tutti, voi compresi – conclude – Confido in una vostra presa di coscienza e senso di responsabilità perché così finiamo tutti nel baratro”.

In studio a Storie Italiane tra gli altri anche Samantha De Grenet: “Io sono mamma è cerco di responsabilizzare mio figlio ma per loro non è facile, sicuramente bisogna fare passare il messaggio che bisogna proteggere coloro che sono più fragili ma tanti errori sono stati fatti è stato detto tutto e il contrario di tutto. A parte mascherina e igienizzare le mani, il distanziamanento sociale, come è meglio comportarsi”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.