La corona di fiori di Emanuela Folliero per Stefano D’Orazio e il legame con la moglie Tiziana (Foto)

Non poteva mancare il ricordo di Emanuela Folliero nel giorno dell’addio a Stefano D’Orazio ma non era ai suoi funerali (Foto). Lei a Milano e Stefano D’Orazio a Roma, forse non è solo la distanza ad averla tenuta lontana, è l’ex fidanzata del musicista ed Emanuela ha da sempre dimostrato grande sensibilità. Anche sui social ha scelto di pubblicare una foto con tanti amici e Stefano, non una foto di coppia. La loro storia è durata due anni e mezzo, risale a 20 anni fa, ma erano rimasti amici e la Folliero era diventata anche amica di Tiziana. Ha inviato una corona di fiori a nome suo, del marito e del figlio e mentre a Roma si svolgevano i funerali di Stefano D’Orazio lei è andata nella sua chiesetta per pregare per lui.

EMANUELA FOLLIERO E TIZIANA: “CI SIAMO SCRITTE IN QUESTI GIORNI”

“È una cara amica e ci siamo piaciute subito quando ci siamo conosciute. Ci siamo scritte in questi giorni, è una donna distrutta. Poi in questo periodo morire da soli è terribile” ha confidato al Corriere della Sera aggiungendo che già le voleva bene prima e adesso ancora di più. Desidera che questo filo tra loro due non si spezzi, se lei vorrà le resterà accanto rispettando il suo dolore che capisce sia immenso.

La Folliero aveva sentito Stefano l’ultima volta l’11 settembre per il suo compleanno, per fargli gli auguri, stava bene. Racconta che aveva le difese immunitarie basse ma che faceva attenzione, invece: “Questo maledetto virus quando si insinua in un corpo leggermente fragile è finita”. 

C’è qualcosa che le è accaduto il giorno prima della morte di Stefano D’Orazio che l’ha colpita molto: sistemando un armadio in casa ha trovato una scatolina con i regalini del battesimo del figlio. Tra questi c’era la catenina con un ciondolo con i segni zodiacali e la scritta: “Ad Andrea, tuo Stefano”. Non vedeva questa catenina da 12 anni, una coincidenza che l’ha colpita. Quella catenina adesso è appesa in cucina. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.