Lory Del Santo a Storie Italiane racconta di una violenza subita: minacciata con un coltello

Si parla di violenza sulle donne, si parla di episodi drammatici che cambiano per sempre la vita di migliaia di persone. Le più fortunate possono raccontare quello che è successo perchè sono sopravvissute, le altre invece, lasciano che a parlare siano i processi e i familiari che si battono per avere giustizia. Nella putata di Storie Italiane in onda oggi 25 novembre 2020 si parla proprio di violenza sulle donne, in occasione della giornata internazionale della lotta contro la violenza sulle donne. Dopo una forte testimonianza di Donatella Rettore, che ha raccontato di aver subito un tentativo di stupro quando aveva 15 anni, anche Lory del Santo in collegamento con il programma di Eleonora Daniele, racconta una brutta storia di violenza.

IL RACCONTO DI LORY DEL SANTO NELLA PUNTATA DI STORIE ITALIANE DI OGGI

Il racconto di Lory del Santo inizia con queste parole:

Quando ero più matura mi è successo un episodio, tra l’altro con una persona di cui mi fidavo in assoluto, gli davo le chiavi di casa, è stato il dramma che più mi ha segnato. Avevo questo amico, un ragazzo giovane, veniva a trovarmi a volte a Milano, lo consideravo come quando a Natale arrivano amici e stai in famiglia, ci conoscevamo da tempo. Ad ogni anno al compleanno gli facevo un regalo abbastanza importante, mi piaceva la sua felicità. Quella volta avevo organizzato una cena in questo ristorante esclusivo, eravamo solo io e lui da soli in questo locale di moda.

E ancora:

Alla fine della cena ho invitato un mio amico per la torta che ci teneva ad esserci, è venuto, abbiamo mangiato la torta assieme; morale, questo amico ci accompagna a casa, e ci lascia soli. Appena entriamo in casa mi spinge in camera mi tiene un’ora con le mani larghe sul letto, mi urla che io gli avevo rovinato il compleanno, poi dopo è uscito di camera, io mi sono chiusa dentro, ha buttato giù la porta, è entrato con un coltello in mano, e sono riuscita a farlo desistere dicendogli se fosse sicuro di rovinarsi la vita, non ho pensato alla mia vita ma alla sua

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.