Dopo l’intervento il principe Filippo resta in ospedale lontano dalla sua regina

Doveva essere solo un ricovero per controllo ma il principe Filippo è in ospedale da più di due settimane ed è anche stato trasferito in un centro cardiologico. Il marito della regina Elisabetta è stato sottoposto a un piccolo intervento al cuore, non una vera operazione ma una procedura che ha avuto un ottimo risultato. Come sta il principe Filippo? Deve restare in ospedale ancora per alcuni giorni ma da Palazzo reale le notizie arrivano con il contagocce. La regina d’Inghilterra non può fargli visita, sarebbe troppo pericoloso a causa del Covid. A fare visita il duca di Edimburgo è stato solo il figlio, il principe Carlo. E’ Camilla Parker che si è lasciata sfuggire un bollettino medico confidando che il suocero sente il dolore a momenti e che le sue condizioni stanno migliorando. Non c’è che da fidarsi mentre il ricovero adesso è dal King Edward VII Hospital, dove aveva trascorso 13 notti dal ricovero, al poco lontano St Bartholomew’s Hospital di Londra, ovvero uno degli ospedali più importanti del Regno Unito, una vera eccellenza per le cure cardiologiche.

COME STA IL PRINCIPE FILIPPO

“Il duca di Edimburgo è stato sottoposto con successo a una procedura al cuore per una preesistente condizione. Sua Altezza Reale resterà in ospedale per terapia, riposo e recupero per un certo numero di giorni” è l’ultimo comunicato ufficiale.

Gli occhi lucidi di Carlo d’Inghilterra hanno però fatto preoccupare tutti mentre William ha rassicurato che il nonno sta bene. Il principe Filippo ha 99 anni, le parole incoraggianti di Camilla sembrano non bastare agli inglesi che vorrebbero festeggiare a giugno i suoi 100 anni. Il duca invece è sempre rimasto un passo indietro e non vorrebbe essere protagonista, soprattutto in questo periodo di pandemia. 

“Ha avvertito un malessere e, su consiglio del medico, è stato precauzionalmente portato in ospedale, ma senza l’utilizzo dell’ambulanza” questa era stata la prima notizia. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.