Morta la mamma di Billy Costacurta: con l’auto è finita contro una cancellata

Un gravissimo incidente d’auto per la mamma di Billy Costacurta che purtroppo è morta rendendo vani i soccorsi. Margherita Beccegato aveva 87 anni è morta a seguito di un incidente stradale nel varesotto. La madre di Billy Costacurta sembra abbia perso il controllo della sua macchina, sembra ci fosse lei alla guida nei pressi di Cavaria con Premezzo. E’ nel comune in provincia di Varese che la mamma dell’ex difensore del Milano e della nazionale italiana ha trovato la morte sbattendo contro la cancellata di un’azienda. Sul posto sono subito arrivati i vigili del fuoco, i carabinieri e i soccorritori del 118 ma non c’era più nulla da fare. 

UNA SEGNALAZIONE HA AVVISATO DELL’INCIDENTE IN CUI E’ MORTA LA MAMMA DI COSTACURTA

E’ alle 9 di questa mattina che è arrivata la segnalazione dell’incidente, una telefonata che avvisava e indicava un’auto finito contro la cancellata di una azienda. Un incidente mortale che è avvenuto in via Padre Reginaldo Giuliano, a Premezzo. Che ha richiesto immediatamente l’intervento dell’ambulanza e di un’automedica in codice rosso ma per la signora Margherita non c’era molto da fare, sembra fosse già in fin di vita o già deceduta.

In realtà non è ancora chiara la dinamica dell’incidente, sembra però che non ci siano altri mezzi coinvolti ma è necessario procedere con altri accertamenti. Al momento l’ipotesi più ovvia è che la madre di Billy Costacurta abbia avuto un malore e non sia riuscita a fermare la macchina. Il commentatore Sky ha perso il padre quando aveva solo 17 anni. C’è solo il silenzio adesso sui profili social dell’ex calciatore e di Martina Colombari. 

Ieri l’ex Miss Italia ha scritto sul suo profilo Instagram: “Sii l’osservazione silenzioso dei tuoi pensieri e del tuo comportamento. Tu sei la quiete oltre la confusione mentale. Tu sei l’amore e la gioia dentro al dolore. Tu sei al di la’ del pensatore”, oggi è il momento del dolore e di tirare fuori tutto l’amore possibile per suo marito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.