Barbara D’Urso nel giorno della scomparsa della madre: “Mi squarcia l’anima”

Era il 23 agosto del 1968, il giorno in cui Barbara D’Urso perse sua madre. Oggi come ogni anno la conduttrice rinnova quel dolore che non smette di farle del male. Ricorda le parole che le dissero e ancora oggi le sembra che un coltello le squarci l’anima. Barbara D’Urso ha scelto una delle poche foto che conserva con la sua mamma. Lei è piccolissima e la sua mamma è bellissima, è accanto a lei mentre guarda chi scatta la foto.  Tante volte la conduttrice ha raccontato della sua mamma ma non ha molti ricordi, è morta troppo presto, quando lei aveva solo 11 anni. “Mamma ci la lasciato, Titti” è così che ha appreso che la mamma era morta. In famiglia l’hanno sempre chiamata Titti, il suo vero è nome è Carmela.

IL RICORDO DI BARBARA D’URSO, IL DOLORE PER LA MORTE DELLA MAMMA

Un coltello mi squarcia l’anima. 23 agosto 1968. Sempre con me” scrive la D’Urso ricordando la mamma, Vera Pentimalli, andata via giovanissima, aveva solo 40 anni. Si era ammalata, a portarla via il linfoma di Hodgkin che tanti anni fa non si curava. Con Barbara c’erano anche i fratelli Daniela e Alessandro.

Dopo la morte della madre, il padre Rodolfo D’Urso sposò Wanda Randi, di lei ne ha sempre parlato confidando che è la sua seconda madre, è lei che l’ha cresciuta dopo quel dolore immenso. Poi sono nati Riccardo, Fabiana ed Eleonora, nel 1970, nel 1973 e nel 1975. Eleonora da poco ha avuto una bimba che ha reso di nuovo zia la conduttrice. 

Aveva poco più di 7 anni quando la sua mamma si è ammalata e da quel momento la ricorda nel letto. Purtroppo prima della malattia non ricorda molto, è come se avesse cancellato tutti i ricordi belli. Sua madre però è sempre con lei. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.