L’appello di George Clooney: “Smettete di pubblicare foto dei nostri figli”

George Clooney appello

Abbiamo visto le foto di George Clooney scattate dai paparazzi in giro per il mondo per anni ma l’attore adesso dice basta alle foto dei suoi figli. Clooney e Amal Alamuddin da sempre fanno in modo di proteggere la loro famiglia, si sono sempre protetti anche come coppia, ma troppe volte la stampa ha pubblicato scatti dei loro gemelli. George Clooney ha scritto una lettera aperta al Daily Mail e a chiare lettere chiede di smetterla di pubblicare i volti dei figli. E’ al tabloid britannico che l’attore Hollywoodiana rivolge la sua richiesta ma le sue parole sono per tutti i media che si interessano alla sua vita privata. Le ultime foto del figlio pubblicate sul Daily Mail e poi rimosse sono state la goccia che ha fatto traboccare il vaso.

George Clooney lettera aperta al Daily Mail per proteggere i suoi figli

“Sono un personaggio pubblico e accetto le foto spesso invadenti come parte del prezzo da pagare per fare il mio lavoro. I nostri figli non hanno preso questo impegno. La natura del lavoro di mia moglie la vede affrontare e processare gruppi terroristici e prendiamo tutte le precauzioni possibili per mantenere la nostra famiglia al sicuro – ha scritto Clooney – Non possiamo proteggere i nostri figli se una pubblicazione mette i loro volti in copertina. Non abbiamo mai venduto una foto dei nostri ragazzi, non siamo sui social e non pubblichiamo mai foto perché farlo metterebbe a rischio la loro vita. Non un pericolo paranoico, ma problemi del mondo reale, con conseguenze del mondo reale”.

Proprio in queste ore girano le foto dei Clooney, la famiglia al completo, mentre salgono sull’aereo diretti verso Sydney. Avvistati prima di salire su un jet privato i fotografi non hanno perso l’occasione ma questo l’attore lo sa bene. Intanto, il divo di Hollywood sarà sul set per la commedia romantica Ticket Paradise mentre Amal e i gemelli si godranno la vacanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.