Fine del mondo: in Cina impazza la psicosi, interviene la polizia

Credevamo di averle sentite ormai tutte sulla profezia dei Maya che parla di fine del mondo, e che dovrebbe arrivare il 21 dicembre prossimo. E invece, almeno stando alle notizie che arrivano da ogni parte del pianeta, sembrerebbe davvero che al peggio non ci sia mai fine. Non bastano infatti i russi che mettono in vendita un kit di sopravvivenza, o quelli che costruiscono l’Arca come quella di Noè per scampare all’apocalisse. In Cina, secondo le ultime notizie, è esplosa la psicosi collettiva da fine del mondo: sembrerebbe che tutti credano alla profezia Maya. A sedare gli animi è quindi intervenuta la Polizia di Shangai che ha dovuto comunicare ai cittadini di stare tranquilli, perché la profezia dei Maya non si avvererà. Gli agenti di Polizia si son trovati costretti a dare la notizia perché venivano da qualche mese inondati dai messaggi di aiuto.

È stata la stessa polizia ad annunciare l’intervento, avvenuto sul suo profilo di Weibo, il Twitter cinese.

 «La fine del mondo è solo fantasia» è scritto nel post della polizia, «non ci credete, non vi fate truffare». Ma non solo. I cittadini sono talmente spaventati che dopo il 21 dicembre il nostro pianeta cada in tre giorni di buio che gli abitanti di un villaggio rurale del Sichuan, nella Cina meridionale, hanno acquistato  migliaia di candele all’inizio di questa settimana, come ha scritto lo Shanghai Daily. A Nanchino, invece, una donna di 54 anni ha chiesto ed ottenuto un prestito di un milione di yuan (oltre 130.000 euro) sulla sua casa, per donare i soldi ai bambini poveri, dicendo di sperare di fare qualcosa di buono prima che il mondo finisca.

Le notizie incredibili non finiscono mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.