Sabrina Ferilli e Poltrone e Sofà, chiesto un risarcimento milionario

Impossibile che Sabrina Ferilli passi inosservata, impossibile che qualcuno non abbia visto almeno una volta la pubblicità in televisione di Poltrone e Sofà che la vede protagonista. Lei bellissima, diciamolo pure il sogno di tantissimi maschietti italiani, che accoglie i clienti di uno show room di divani, Poltrone e Sofà appunto, ma che con la presenza delle mogli non viene quasi notata a vantaggio di comodi divani e poltrone. Sabrina Ferilli conclude poi la pubblicità con la frase diventata ormai un tormentone: “Beato chi s’o fa il sofà…”.

Ma a parte la domanda sul significato di questa frase, perché è diventata così famosa? Evidentemente perché la pubblicità in questione è stata mandata e rimandata di continuo… e di questo se ne è ovviamente accorta anche la Ferilli, che alla fine ha citato per danni la nota azienda chiedendo un grosso risarcimento… il giusto risarcimento.

In pratica, cosa è accaduto? Sembra che l’azienda Divani e Sofà non abbia rispettato gli accordi pattuiti, ovvero che invece di mandare in onda lo spot per soli 90 giorni rispettando certe regole, abbia arbitrariamente deciso di prolungare il tutto. Di conseguenza l’attrice ha avanzato una richiesta di danni per sovraesposizione e illegittimo sfruttamento dell’immagine. Sembra, infatti, che da tutto ciò Sabrina Ferilli abbia ricevuto un grosso danno, quantificabile nella richiesta di 5 milioni di euro.

Il contratto non è stato rispettato  perché invece dei 90 giorni non consecutivi previsti di messa in onda dello spot da aprile 2008 a marzo 2009, abbiamo visto la Ferilli su quel sofà per ben 190 volte…

S.L.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.