Famiglia reale inglese: Zara Phillips è stata tradita dal marito Mike Tindall

Un nuovo scandalo colpisce la famiglia reale inglese- La famiglia reale inglese non si smentisce mai, e anche questa volta finisce sui giornali di gossip. Ma protagonisti della vicenda non sono i nipoti della regina Elisabetta, che hanno riempito le pagine dei giornali per tutta l’estate. A finire sui giornali è Zara Phillips, nipote della principessa Anna, la quale è la nipote più anziana proprio di Elisabetta. Zara è sposata con Mike Tindall, il capitano della nazionale inglese di rugby. La povera Zara Phillips sarebbe stata tradita da suo marito, con tanto di prove. C’è un video che lascia infatti pochi dubbi sul comportamento infedele di Mike Tindall, e che lo ritrarrebbe alle prese con una bella bionda, alla quale starebbe facendo delle avances. Ma oltre al danno anche la beffa, e la povera Zara Phillips si è ritrovata a fare la figura della “cornuta” davanti a tutto il mondo.

Il video è infatti finito in rete. Sulla veridicità delle immagini i dubbi sono ben pochi. Infatti il capitano della nazionale inglese di rugby è stato ripreso in Nuova Zelanda, a Queenstown, in un bar situato nei pressi del campo di allenamento della sua squadra.

Cosa ne penserà la neosposa della casa reale? Sicuramente per lei sarà stato un duro colpo, dato il poco tempo intercorso tra il loro matrimonio e il (presunto) tradimento. Zara Phillips e Mike Tindall si erano infatti sposati solo il 30 luglio scorso, senza troppo clamore. Si era infatti trattato di una cerimonia privata, e il ricevimento era avvenuto nel palazzo di Hollyrood, residenza ufficiale della regina di Scozia. Ma evidentemente qualcosa deve essere andato storto, e la giovane nipote di Elisabetta si è ritrovata a dover subire il tradimento del marito. Cosa ne penserà la famiglia reale inglese dell’ennesimo scoop ai suoi danni? Smentirà la notizia?

 

One response to “Famiglia reale inglese: Zara Phillips è stata tradita dal marito Mike Tindall

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.