La CNN non produrrà più il documentario su Hillary Clinton

Il documentario sulla vita privata e professionale di Hillary Clinton era in fase di realizzazione per volontà della CNN e del suo regista Charles Ferguson, il quale aveva firmato per la creazione di questo progetto già nel 2012. L’uscita di questo film-documentario era prevista per il prossimo anno, ma è recentissima la notizia che la sua produzione è stata cancellata. Come riporta l’Hollywood Reporter, pare che ci siano state delle pressioni politiche e amministrative da parte dello staff della Clinton stessa. Invece il regista, sul suo blog personale sull’Huffington Post americano, ha spiegato che il motivo per cui non verrà realizzato nulla sulla vita di Hillary Clinton è la mancanza di materiale. Infatti ha scritto che ha avuto serie difficoltà a trovare i documenti per poterlo progettare: “Nessuno sia tra i repubblicani sia tra i democratici ha accettato di essere intervistato e aiutarmi a fare questo film… Ho anche avuto difficoltà ad accedere agli archivi video di Cbn e di Fox”. E prosegue lanciando lui stesso la prospettiva di un sabotaggio politico: “Nessuna della parti politiche voleva che il film fosse fatto. Così dopo una dura riflessione ho deciso che non potevo fare un film del quale non sarei stato orgoglioso. E ho deciso di cancellarlo.”  E dunque grazie a questa decisione anche la CNN subirà meno pressioni che a quanto pare erano già state messe in conto, nonostante il regista abbia affermato di essere stato lui stesso a voler ritirare il suo nome da questo progetto che già sembrava fallimentare in partenza, visti i presupposti. Ribadisce Ferguson: “Questa è una vittoria per i Clinton e per quella macchina da soldi che entrambi i partiti sono diventati. Ma non credo sia una vittoria per i media o per il popolo americano”.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.