Barbara De Rossi torna a parlare del suo ex e delle violenze subite

Barbara De Rossi torna a parlare della sua vita privata e del suo passato, caratterizzato anche da momenti difficili che l’hanno portata poi a prendersi a cuore la causa di donne che come lei, hanno subito episodi di violenza. In una lunga intervista per Libero, la conduttrice de Il terzo indizio, racconta che cosa le è successo e quello che resta, in modo indelebile, nel cuore di chi subisce delle violenze. 

LE PAROLE DI BARBARA DE ROSSI NELLA SUA LUNGA INTERVISTA PER LIBERO

“Non entro nei dettagli della mia situazione personale ma adesso so davvero di cosa parlo. Lo sapevo anche prima, ma poi l’ ho vissuto in prima persona. E mi faccio portavoce. Da quattro anni attendo giustizia. Mi rendo conto che quando c’ è una violenza esplicita e minacce di morte si cerca una cosa sola: concretezza […]

La De Rossi poi aggiunge: “Le cicatrici non vanno via. Le violenze non insegnano nulla, si subiscono. Ti lasciano un senso di sfiducia, fragilità, non rendono più forti ma più diffidenti. E l’ essere umano è nato per avere fiducia”, ha raccontato alla giornalista Alessandra Menzani su Libero. Oggi però Barbara De Rossi è una donna che si sente realizzata sia dal punto di vista professionale, grazie a Il terzo indizio, il nuovo programma in onda su Rete 4 da lei condotto, che dal punto di vista privato. Un nuovo amore la rende felice perchè non è mai troppo tardi per amare ed essere amati. Ha trovato un uomo che sa prendersi cura delle sue ansie e delle sue preoccupazioni e non poteva essere più  felice di così. 

“Ho 56 anni e ho fatto discrete esperienze di vita, anche se non ho avuto molti uomini. Non sono fan della solitudine, mi piace dare e ricevere. Oggi ho la consapevolezza giusta per assaporare una bella persona” dichiara la conduttrice alla giornalista di Libero. 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.