Manuela Arcuri esagera con Photoshop, costretta a rimuovere la foto da bambola (Foto)

Manuel Arcuri non è certo l’unica vip che posta foto sui social ricorrendo a Photoshop, ma questa volta ha un po’ esagerato, o meglio ancora una volta ha esagerato con l’intervento digitale. La bella attrice ha posato per i suoi fan tra albero di Natale e brindisi di Capodanno ma ha mostrato colo da cigno, pelle perfette, un ovale disegnato, occhi grandi ma diversi subendo le inevitabili critiche di chi l’ha definita una bambola gonfiabile. Sì, Manuela Arcuri su Instagram sembra davvero finta, non è lei, non è possibile sorridere senza una ruga d’espressione e con colori così perfetti. Photoshop fa di questi disastri se si esagera, ma perché le donne del mondo dello spettacolo non  riescono ad essere se stesse sui social? Qualche filtro o un minimo di ritocco possono passare inosservati ma quando si esgaera come ha fatto Manuela Arcuri il rischio è di diventare una bambola in carne e ossa.

La Arcuri ha iniziato il 2018 con un intervento eccessivo e a poche ore dal post pubblicato nel girono della Befana i commenti al vetriolo non si sono fatti attendere. Tutti vorrebbero vedere Manuela al naturale, altrimenti che senso ha pubblicare le foto.

Manuela Arcuri non ha potuto fare altro che rimuovere la foto incriminata lasciando le altre che sono leggermente meno ritoccate. Andiamo al 22 dicembre e gli scatti perfetti sono ancora lì. Lei non è nuova a fotoritocchi ma forse a differenza di altre colleghe e più ingenua ed esagera. Si chiama “sfrizionamento” di photoshop, ovvero l’uso eccessivo che permette di modificare, ovvero truccare le foto cancellando le rughe, sistemando le linee. Dopo i vari commenti imbarazzanti chissà se Manuela Arcuri farà più attenzione e magari si mostrerà in  tutta la sua reale bellezza; davvero non ha bisogno di ritocchi. Le altre vip vittime di un eccesso di Photoshop.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.