Chiara Ferragni impeccabile anche durante il parto: svela il “segreto” del make up

In queste ore, Chiara Ferragni ha deciso di rispondere alle tante domande che tutti i suoi follower le stanno facendo in queste ore, dopo il rientro a casa in seguito alla nascita della piccola Vittoria Lucia Ferragni! E, come si può vedere anche nei tanti commenti sotto le sue foto, centinaia di persone le chiedono come sia stato possibile pensare al trucco prima di uscire di casa per andare a partorire. Chiaramente c’è sempre chi lo chiede con educazione e curiosità ma poi ci sono anche gli haters che vomitano come sempre, tutta la frustrazione addosso a personaggi noti! In ogni caso Chiara ha scelto di rispondere come fa sempre, con il sorriso anche a chi si è posto questa bizzarra domanda.

Chiara Ferragni impeccabile con il trucco perfetto anche dopo la nascita di Vittoria

La moglie di Fedez ha spiegato che la sera del 22 marzo, non era previsto il parto. E infatti lei dalle 18 aveva iniziato un lavoro, doveva registrare un video quindi, come succede sempre in questi casi, era truccata e pronta con un make up impeccabile. Poi intorno alle 21 ha iniziato a stare poco bene e ad avere le prime contrazioni. Il suo ginecologo le ha detto di andare subito in ospedale per cui lei non ha pensato al trucco, a struccarsi…La piccola Vittori è nata solo dopo 4 ore di travaglio e Chiara, che stava discretamente, ha scattato quindi le prime foto con la piccola quando era ancora truccata! E fa notare che era un signor make up quello che aveva su, visto che ha resistito anche a un parto! Racconta che a differenza di Leone, che è nato quasi dopo un giorno intero di travaglio, le cose sono state molto più rapide e forse anche per questo, il trucco si è dimostrato resistente!

Ebbene si, c’era anche chi si poneva delle domande in merito, vi potrà sembrare strano ma è così.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.