Il dramma di Ainett Stephens: mamma e sorella scomparse nel nulla, forse bruciate

Alfonso Signorini ha spiegato che i protagonisti di questa sesta edizione del Grande Fratello VIP hanno molto da dire e raccontate e hanno anche alle loro spalle delle storie fortissime. Non tutti hanno vissuto gli stessi drammi, è chiaro, ma le cose da dire sono molte. E nelle ultime ore è toccato a Ainett Stephens raccontare un pezzo della sua vita. Qualcosa di molto doloroso che ha davvero cambiato tutto per lei e per i suoi cari. Ainett ha perso la sua mamma e sua sorella, ma non si è trattato di un incidente ma di qualcosa di molto diversi. Le due donne infatti, nel 2004, sono scomparse nel nulla.

Il dramma di Ainett Stephen: la misteriosa scomparsa di mamma e sorella

La concorrente del Grande Fratello VIp 6 ha spiegato ai suoi compagni: “Loro facevano import export di prodotti per i capelli. Erano partite per andare in Trinidad, dovevano rientrare in Italia a Natale, ma sono sparite nel nulla. Dicono che le abbiano uccise, forse bruciate, ma noi non abbiamo seppellito nessuno.” E si sa, che quando non si ha neppure un corpo sul quale piangere, il dramma è sempre più devastante. La Stephens ha continuato: ” A questo punto non spero molto, è successo nel 2004. Abbiamo denunciato, ma non è servito. Quando sparisci in questo modo, in quei paesi lì, è difficile che arrivi il lieto fine.

Gli inquilini della casa del GF VIP 6 hanno quindi cercato di capire qualcosa in più su questa storia: “Abbiamo cercato di darci tanta forza tra noi, ma non è facile. Cosa è successo? Penso che per derubarle le hanno rapite.”

E ancora: “ Io e i miei fratelli cerchiamo di ricordare il meglio dei momenti con mia madre e nostra sorella. Noi abbiamo fatto di tutto per ritrovarle. Ogni cosa, ma le persone dicono che non ci sono più e che hanno cancellato ogni traccia con il fuoco. Per questo ho portato i miei fratelli in Italia.”

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.