La lettera d’amore di Sirio per Marco Carta: lacrime del cantante a Live

Nella puntata di Live-Non è la d’Urso in onda ieri 4 novembre 2019, Marco Carta è stato ospite per la prima volta dopo l’assoluzione nel processo che lo vedeva imputato per il furto di sei magliette alla Rinascente di Milano. Finalmente di nuovo con il sorriso stampato in faccia, il cantante ha potuto urlare tutta la sua felicità togliersi anche qualche sassolino dalla scarpa visto tutto quello che è stato detto su di lui negli ultimi 4 mesi. E c’è stato anche un altro dolcissimo momento: la lettera che Sirio, il fidanzato di Marco, ha voluto scrivere per il cantante, per dichiarargli tutto il suo amore e anche per ringraziarlo perchè nonostante tutto quello che è successo, è stato vicino a lui nel momento più difficile, quello della malattia del suo papà che poi purtroppo è venuto a mancare.

A LIVE NON E’ LA D’URSO LE DOLCI PAROLE DI SIRIO IL FIDANZATO DI MARCO CARTA

Marco non si aspettava questa sorpresa ma è stato felice di leggere le parole del suo fidanzato e di ascoltare quello che aveva da dire Sirio.

Ho capito quanto bisogno avevi di me in quel giorno, non abbiamo vissuto un periodo semplice, ma spero di essere stato all’altezza delle tue necessità, in un lampo però le cose sono cambiate con la malattia di papà e tu hai messo da parte le tue preoccupazioni per starmi vicino. Perchè ero io a quel punto ad aver bisogno di te e tu ci sei stato Ufi mio, eccome se ci sei stato.

E ancora:

spero di aver alleggerito i tuoi dolori, di averti sorretto come desideravi e di averti protetto come meritavi . Per questo oggi voglio dirti quanto sono felice abbiamo superato ostacoli importanti, anche cadendo ma non mollando mai. E siamo ancora qui io e te e le nostre bambine. Grazie amore ti amo, il tuo Ufi.

Marco commosso e felice di avere al fianco una persona come Sirio ha spiegato che il 2019 è stato davvero un anno complicato ma che adesso si può voltare pagina e guardare avanti, soprattutto alla musica.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.