Stefano de Martino da solo in quarantena a Napoli: senza il piccolo Santiago è difficile

In queste ore ha destato qualche preoccupazione il fatto che Stefano de Martino si fosse trasferito a Napoli. I fans di Stefano e Belen hanno subito notato che i due non erano più insieme a Milano e sui social è partito il tam tam. Nulla di segreto: Stefano si è trasferito a Napoli per motivi di lavoro. Infatti se tutto andrà bene il mese prossimo su Rai 2 dovrebbe tornare Made in Sud ( con le dovute restrizioni) e questo significa che nei prossimi giorni si inizierà con le prove. Stefano sarà ancora una volta protagonista di Made in Sud nelle vesti di conduttore ed è per questo che ha dovuto lasciare Milano, per motivi lavorativi, e iniziare la sua quarantena a Napoli.

Per lui le cose sono molto complicate. Infatti dovrà trascorrere prima il periodo di isolamento in casa da solo, venendo dal Nord Italia e nelle prime giornate senza Santiago e Belen ha chiaramente sentito moltissimo la loro mancanza. Negli ultimi mesi infatti era stato praticamente 24 ore su 24 con sua moglie e il piccolo Santi e in un video spiega proprio come si è reso conto di esser stato fortunatissimo a poter passare tutto quel tempo con le persone che più ama.

STEFANO DE MARTINO A NAPOLI PER LAVORO MA SENZA SANTIAGO E BELEN TUTTO E’ DIFFICILE

Stefano ha spiegato che poche ore dopo aver lasciato Belen e Stefano si rende conto di quanto sia difficile stare da soli in quarantena e ha quindi voluto mandare un caloroso abbraccio a tutte quelle persone che sono da sole, lontano magari dai loro cari. “Forza speriamo passi il prima possibile questo periodo” ha detto Stefano. Ha poi continuato a tenere compagnia alle tante persone che lo seguono mostrando alcuni istanti della sua giornata, tra letture e allenamento!

Belen e Santiago sentono certamente la mancanza del loro Stefano ma se il lavoro chiama, e si ha la fortuna di poterlo fare, si deve rispondere! I fans di Made in Sud saranno felicissimi di sapere che presto si tornerà a ridere con un po’ di comicità con la speranza che ovviamente tutto questo passi e non si debbano contare ancora centinaia di vittime ogni giorno.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.