Silvia Provvedi torna a parlare dopo l’arresto del suo compagno: il messaggio sui social

Ha deciso di scrivere sui social quello che è il suo pensiero. Silvia Provvedi torna a parlare e lo fa con un messaggio su Instagram. Già poche ore fa aveva deciso di postare una foto che la ritraeva insieme a sua figlia, la piccola Nicole nata una settimana fa. Questo pomeriggio però ha deciso di commentare per la prima volta quanto successo tre giorni fa quando il suo compagno Giorgio De Stefano è stato arrestato. La cantante ha scelto Instagram per dire la sua con un breve messaggio di poche parole.

SILVIA PROVVEDI PARLA PER LA PRIMA VOLTA DOPO L’ARRESTO DEL SUO COMPAGNO

Ecco le parole di Silvia dai social:

Ritengo doveroso dover dire due parole alle tantissime persone che mi vogliono bene e che mi stanno esprimendo solidarietà .

Vi ringrazio di cuore davvero tutti.

Non parlerò più di questa triste vicenda che ha coinvolto me e tutta la mia famiglia fino alla conclusione delle indagini , perché penso sarebbe una mancanza di rispetto nei confronti di una magistratura in cui ho sempre creduto e in cui credo tuttora.

Al mio compagno Giorgio rinnovo sempre di più il mio amore e la mia vicinanza.

Grazie ancora a tutti vi abbraccio, Silvia❤️

Da queste parole si capisce che Silvia spera che tutto si rivolva il prima possibile e che presto possa riabbracciare l’uomo che ama, il padre di sua figlia. Per il momento Le Donatella hanno deciso di non permettere a nessun followers di lasciare commenti sotto i loro post. Una opzione che era stata già attivata tre giorni fa dopo la notizia dell’arresto di Giorgio de Stefano, il compagno di Silvia.

Quando si è un personaggio pubblico si cade anche nell’odio dei tanti utenti dei social che scelgono di non rispettare il difficile momento. E allora meglio non dare a nessuno la possibilità di dire la sua.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.