Fabrizio Corona parla del crollo subito da suo figlio Carlos: “Adesso ha ricominciato a sorridere” (Foto)

Per i 18 anni di suo figlio Carlos Maria, Fabrizio Corona gli ha regalato una famiglia, il dono più desiderato che ha fatto ritrovare a tutti, anche a Nina Moric, la serenità (foto). E’ alla rivista Chi che Corona ha raccontato di quanto suo figlio sia stato male, non in un periodo così lontano, anche lo scorso anno, quando è tornato in carcere, quando ha visto svanire di nuovo la famiglia. Nina Moric e Corona non sono più marito e moglie da tanti anni ma sono di nuovo una famiglia per il figlio che da pochi giorni è diventato maggiorenne. Il racconto sul crollo subito da Carlos fa capire che non ci saranno più errori, nessun gesto impulsivo che toglierebbe in un attimo tutto quanto hanno costruito insieme.

IL CROLLO DI CARLOS CORONA RECUPERATO CON LA SERENITA’ DI UNA FAMIGLIA

L’ultima volta in carcere di Fabrizio Corona risale a marzo dello scorso anno, c’è rimasto fino a dicembre ed è stato il momento più duro per suo figlio. “Aveva già affrontato problemi psicologici legati a me e alla madre, ha avuto un vero e proprio crollo”. E’ quanto ha spiegato l’ex re dei paparazzi ricordando che già due anni fa aveva fatto in modo di ricomporre la famiglia facendo riavere a Nina l’affidamento congiunto.

Adesso però è tutto passato, Carlos è felice, sereno: “Adesso che siamo di nuovo tutti insieme, mio figlio è un’altra persona, ha ritrovato il benessere fisico, psicologico e ha ricominciato a sorridere”. E’ innamorato si suo figlio che definisce un ragazzo unico dell’anima pura in un mondo di impuri. “Ha un quoziente intellettivo sopra la media, ama la conoscenza ed è in grado di parlare di qualsiasi argomento”. E’ orgoglioso di suo figlio: “Mi ha salvato da me stesso perché mi ha dato stabilità, ho bisogno di lui per stare bene così come lui ha bisogno di me. Mi consiglia, mi controlla, mi fa stare nelle regole”.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.