Amaro sfogo di Ignazio Moser sui social: “Io e Cecilia siamo stati derubati”

Bruttissime notizie per Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez. Duro sfogo della coppia poche ore fa sui social con un’amara notizia da comunicare a tutte le persone che li seguono con affetto. Ignazio e Cecilia purtroppo sono stati derubati. Raccontano qualcosa nelle loro storie, ovviamente rammaricati di quanto successo. I fatti risalgono al sabato ma solo ieri sera Ignazio ha voluto condividere con le persone che lo seguono la sua rabbia. A prescindere dal valore degli oggetti portati via, la cosa che turba maggiormente chi subisce un furto è chiaramente sapere che nella propria casa ci sono stati degli estranei che hanno messo mani ovunque.

Capita sempre più spesso ormai, sia ai personaggi noti che alla gente comune, di venire spiati sui social per cercare di capire quando si può agire. Una conseguenza dell’era troppo “localizzata” in cui viviamo.

Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser vittime di un furto: hanno rubato tutto

Lo sfogo infuocato di Ignazio Moser sui social:

Purtroppo sabato scorso siamo stati derubati. Degli scarti della società sono entrati in casa nostra ribaltando casa e rubando di tutto e di più. Ovviamente il mio augurio per voi è di spendere tutta la refurtiva in medicine per voi e per i vostri cari. Sperando che le medicine non bastino perché non esiste giustificazione al mondo per fare una cosa del genere, per derubare le persone, per violentare le persone nella loro intimità casalinga

Lo shock di Ignazio e Cecilia è stato così forte da prendersi dei giorni per metabolizzare quanto accaduto. Sul Giornale si legge che la coppia ha subito sporto denuncia alle forze dell’ordine mentre ha aspettato prima di condividere con i follower la notizia.

Le indagini sono iniziare e forse Cecilia e Ignazio saranno fortunati come è successo ad esempio anche a Diletta Leotta, anche lei derubata, che poche ore fa si è potuta rallegrare dell’arresto della banda che ha portato a termine il furto in casa sua.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.