Ramona Amodeo, castello e fuochi d’artificio per il terzo figlio: è maschio o femmina?

E’ sempre bello festeggiare e Ramona Amodeo per il terzo figlio ha fatto le cose in grande. Non è ancora nato e già ha stupito tutti con castello e fuochi d’artificio. E’ ormai una abitudine che per rivelare il sesso dei figli si organizzano i gender reveal party. Spesso nemmeno la mamma conosce il sesso del bebè e quel momento è così pieno di emozioni, così lo ha vissuto l’ex corteggiatrice di Uomini e Donne. Da quel programma che l’ha resa nota è passato tanto tempo, era il 2009, e oggi Ramona Amodeo è in dolce attesa del terzo figlio ed è innamoratissima di suo marito, Luca Ciacia.

Ramona Amodeo incinta e orgogliosa della sua famiglia ma pensava fosse femmina

Fiocco azzurro per la coppia che ha già due figlie, Annachiara di 4 anni e Olimpia che da poco ha compiuto 1 anno. Ramona credeva che avrebbe avuto tre figlie femmine, le piaceva questa idea, è stata una sorpresa scoprire che sarà maschio. Nelle sue stories sta raccontando che quando ha saputo che era maschio al party non ha capito più niente, poi è arrivata l’emozione forte con i fuochi d’artificio che lei adora.

Un evento organizzato nel dettaglio, la coppia ha chiesto aiuto a professionisti del settore che non hanno badato ad eccessi volendo stupire gli ospiti. Carina l’idea dei finti palloncini. Quando Luca ha fatto scoppiare il pallone nero grande sono usciti i palloncini bianchi. Sono stati i fuochi d’artificio e le luci a rivelare che in famiglia presto arriverà un maschietto. Dopo le prime emozioni la Amodeo ha immaginato come sarà crescere un figlio maschio. E’ abituata a due bambine e sa che sarà diverso ma non vede l’ora di crescere il suo principino. Chissà se i prossimi personaggi famosi o noti sapranno stupire ancora di più con un gender reveal party, con più effetti e sorprese; sarà davvero difficile.  

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.