Elisabetta Canalis vive con l’ansia, la figlia non va più a scuola

Adesso Elisabetta Canalis è in Sardegna ma ha il terrore che la figlia torni a scuola
Elisabetta Canalis figlia

 Elisabetta Canalis vive da anni a Los Angeles con la sua famiglia. Sua figlia Skyler non ha frequentato l’ultimo periodo della scuola prima delle vacanze perché la Canalis è terrorizzata. La sua paura è che possa accadere anche nella scuola della sua bambina una strage come l’ultima di maggio in Texas e come tante altre. Elisabetta Canalis racconta le sue paure al settimanale F, parla del pericolo reale per gli studenti, grandi e piccoli. Anche suo marito è preoccupato ma Brian Perri cerca di farla ragionare, pensa che non sia possibile di certo lasciare la figlia a casa, ha 6 anni deve proseguire con la sua formazione e non può avere così tanta paura.

Elisabetta Canalis: “Viviamo con l’ansia e mia figlia non va più a scuola”

Negli Stati Uniti purtroppo le sparatorie nelle scuole sono sempre più numerose e sembra non si riesca a fare molto. Elisabetta Canalis e Brian Perri hanno lasciato a casa la figlia nell’ultimo periodo, dopo l’ultimo drammatico episodio in cui sono morti 19 bambini. Uccisi da uno studente liceale 18enne che è entrato nell’istituto sparando e uccidendo 21 persone.

Skyler Eva frequenta una scuola francese a Los Angeles ma non c’è niente che possa rendere più serena la showgirl sarda che racconta: Chi vive a Los Angeles ha un’app sul telefono che ti avverte su ciò che succede nei dintorni tuoi o dei tuoi familiari ma questo, a volte, non fa che aumentare l’ansia”. 

Dal giorno della strage la Canalis non ha più mandato sua figlia a scuola ma non è possibile continuare così. Dopo le vacanze dovrà prendere una decisione. Mio marito mi ha detto: ‘Non puoi fare così, a settembre come facciamo?’” ma il suo terrore è del tutto comprensibile. Potrebbe decidere di trasferirsi in Italia? Ma come farebbe Brian con il suo lavoro?

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.