Francesca Neri e Claudio Amendola: voci di separazione, divorzio possibile?

Claudio Amendola e Francesca Neri avrebbero deciso di divorziare: le indiscrezioni di Diva e Donna
amendola neri divorziano

Quest’anno Francesca Neri si è esposta molto mediaticamente, raccontando della sua storia personale, della sua malattia, di tutto quello che ha affrontato negli ultimi anni. Ha scritto un libro per provare a spiegare che cosa ha provato, come è cambiata la sua vita, per raccontare delle persone a lei vicine. E tra queste ovviamente, c’è stato suo marito, Claudio Amendola. Una persona fondamentale per la Neri, come lei stessa più volte ha spiegato nelle sue interviste. Ed è forse anche per questo che oggi, dopo le voci di una possibile separazione tra i due, si stenta a credere che questa complicata favola d’amore, romantica ma drammatica allo stesso tempo, possa terminare. Perchè sembrava che il peggio fosse passato, che il futuro avrebbe riservato tanto ai due attori.

Da Diva e Donna l’indiscrezione: è finita, Claudio Amendola e Francesca Neri si separano

Negli ambienti romani non si parla d’altro ( o forse si parla anche di altro, vedi il divorzio Totti-Blasi). Ma di certo questa notizia, sta facendo chiacchierare molti.

Pare che Claudio Amendola e Francesca Neri, dopo 25 anni insieme, siano sull’orlo della separazione. Secondo le indiscrezioni raccolte dal settimanale “Diva e donna”, l’attore avrebbe già traslocato dalla casa in cui abitava con lei. Ed è stato avvistato a cena insieme al figlio Rocco, 22 anni, ma senza la Neri. Il che chiaramente, non significherebbe nulla, visto che negli ultimi anni, l’attrice non è mai uscita di casa, per cui Amendola è stato avvistato perennemente da solo o in compagnia di altri.

L’ultima dedica social dell’attrice a suo marito è di febbraio, nel giorno del compleanno di Claudio Amendola. In quella occasione aveva scritto: “Due amanti felici non hanno fine ne’ morte, nascono e muoiono più volte vivendo , hanno l’eternità della natura..” citando Pablo Neruda . E chissà che anche la loro storia non sia destinata all’eternità e che queste, siano solo voci maligne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.