Francesco Totti tutta la verità su Noemi Bocchi: “Lei mi ha salvato, Ilary mi ha tradito e lasciato solo per anni”

Francesco Totti in una intervista fiume racconta tutta la verità sulla sua storia con Noemi Bocchi e la fine del matrimonio con Ilary Blasi
noemi Totti

“Non sono stato io a tradire per primo” è questo il punto centrale dell’intervista esclusiva che Francesco Totti ha rilasciato al Corriere della sera. Intervista a cura di Aldo Cazzullo in cui l’ex capitano della Roma, rompe per la prima e ultima il silenzio. Spiega che ha deciso di parlare e che poi non lo farà più, qualunque sarà la replica dell’altra persona. A Ilary Blasi lancia diverse accuse, parla di una moglie che non c’è stata per anni per lui, di un matrimonio che non funzionava da tempo, del tentativo di ricucire tutto. Certo, le colpe vanno divise al 50% ma lui, di essere accusato e di passare da traditore non ci sta. Per questo mette i puntini sulle i e spiega passo passo tutto. Dalla crisi che è iniziata realmente nel 2016 al momento più drammatico, la morte di suo padre che si era ammalato di covid e che poi se n’è andato senza che lui potesse neppure dirgli addio. Ilary, a quanto pare, non c’è mai stata. E poi tutta la sua verità su Noemi Bocchi che non è la causa della fine del matrimonio ma è solo arrivata dopo.

Noemi Bocchi e Francesco Totti: la storia inizia a gennaio 2022

Inizia il racconto di Totti: “Noemi non era allo stadio con me. Siamo arrivati con auto diverse, avevamo posti diversi. Le pare che mi porto l’amante all’Olimpico? Un ambiente più intimo no? Comunque è vero che la conoscevo già. E la frequentavo come amica, con gli amici del padel. La nostra storia è iniziata dopo Capodanno. E si è consolidata nel marzo 2022. Ripeto: non sono stato io a tradire per primo“. Era gennaio quindi mentre Totti spiega di aver scoperto il primo tradimento di Ilary in autunno. Due o tre mesi dopo quindi Francesco ha iniziato a vedere Noemi Bocchi.

Cosa ha fatto Totti quando ha scoperto il tradimento: “Io non sono uno che chiude un occhio, ma ho preferito far finta di niente. Ho mandato giù, per non sfasciare la famiglia, per proteggere i ragazzi. Soffrivo come un cane. ” Non aveva detto nulla neppure a Ilary: “Lei mi diceva: quest’anno rimango un po’ di più a Milano, torno meno a Roma, e io pensavo: ci credo, hai quest’altro… Ma speravo ancora che non fosse vero“.

Noemi lo ha salvato

L’ex capitano della Roma a questo punto rivela: “E questo mi ha gettato in depressione. Non riuscivo più a dormire. Facevo finta di niente ma non ero più io, ero un’altra persona. Ne sono uscito grazie a Noemi.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.