Pretty Little Liars anticipazioni: l’incubo continua

E’ andata in onda lunedì sera su Mya l’undicesima puntata di Pretty Little Liars, “Poco dopo”. Le quattro amiche di Rosewood sono sempre più terrorizzate e le anticipazioni non prevedono nulla di buono: l’investimento di Hanna, infatti, le ha fatte trasalire e hanno cominciato a rendersi conto che la misteriosa “A” sta giocando veramente pesante. Cominciano, quindi, a rimettere insieme i pezzi, nella speranza di capire chi sia e perché abbia tanta collera nei loro confronti.
Dall’ospedale, Hanna convoca subito le amiche per rivelare loro la scottante scoperta fatta al Mona’s camping: “A” è Noel, lo spasimante di Aria. La ragazza ne è convinta perché, mentre era appostata nel bosco, lo aveva visto scrivere sul vetro appannato dell’auto di mr. Fitz la frase “Vi ho visto”. Il ragazzo, in effetti, aveva sorpreso Aria durante un bacio con Ezra, ma ciò non basta a convincere il gruppo che sia lui l’artefice di tutto. Iniziano, infatti, a pensare che l’assassino di Alison e “A” non siano la stessa persona.
Nel frattempo, Emily rivela ai genitori la propria omosessualità e Lucas fa una dichiarazione d’amore a Hanna, che si trova costretta a rifiutarlo, sottolineando di provare nei suoi confronti solamente sentimenti di amicizia.
Ma il mistero si infittisce ancora di più e la paura cresce a dismisura quando le ragazze, tornando in ospedale a trovare la degente dopo una notte tranquilla, si accorgono che sul gesso che le fascia la gamba c’è una frase inquietante: “Scusami se ho perso la calma, errore mio – A”. Si accorgono, quindi, che l’ignota nemica è riuscita ad intrufolarsi nella stanza di Hanna e, perciò, si sentono sempre più vulnerabili.
La tensione non calerà neanche nel prossimo episodio. Hanna tornerà a casa sulla sedia a rotelle e Mona organizzerà una festa a sorpresa per la dimissione dell’amica: anche in tal caso la presenza di “A” non tarderà a farsi sentire…

Francesca Maceroni

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.