Tredici 4 spoiler: di chi è il funerale che si sta celebrando, chi è morto?

La quarta stagione di Tredici, l’ultima della “saga” è disponibile su Netflix dal 5 giugno 2020. Il primo episodio di apre con un colpo di scena. Si sta celebrando un funerale. A parlare è la preside della Liberty per cui si pensa subito, in un primo momento, che il funerale possa essere quello di Monty, visto che la serie riprende da dove eravamo rimasti nella terza stagione. E invece, ben presto, scopriremo che sei mesi dopo quel dramma, un’altra persona è morta. Non sappiamo chi sia ma è facile pensare che sia uno studente visto che è la preside a tenere il discorso e a parlare di come ormai tra i giovani i problemi siano così grandi da arrivare a un epilogo drammatico. La preside fa notare che gli adulti stanno fallendo se ancora una volta è morto uno studente. Ma di chi è questo funerale? Non vediamo molto nel primo episodio se non una bara per poi tornare, con un flashback, indietro nel tempo. Sei mesi prima…Pochi giorni dopo il suicidio in carcere di Montgomery, i ragazzi sono ancora molto scossi e hanno paura che tutte le bugie raccontate possano venire alla luce…

Al momento tutti i ragazzi stanno bene, almeno in apparenza perchè convivere con le bugie e con le menzogne e avere una persona morta, o forse due, sulla coscienza, non è semplice. Ne sa qualcosa Clay che è sicuramente il più colpito da questa situazione e vive perennemente sotto attacchi di panico. Tutto questo porta a pensare che forse, alla fine, sia stato proprio lui a morire, magari togliendosi la vita per chiudere il cerchio…

QUI LA TRAMA COMPLETA DEL PRIMO EPISODIO

TREDICI 4 SPOILER: CHI E’ MORTO, DI CHI E’ IL FUNERALE?

Dopo aver visto i primi 4 episodio possiamo dirvi che non si sa ancora di chi sia il funerale e probabilmente dovremo arrivare al decimo e ultimo episodio di 13 reasons why per capirlo. Tutto lascia pensare che sia Clay ad aver perso la vita. Sarà così oppure questa sarebbe la soluzione più banale?

IN AGGIORNAMENTO

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.