Rai 1 cancella The Resident causa ascolti bassi


Che gran peccato non vedere la prossima settimana i nuovi episodi di The Resident. Ma in casa Rai si sa, se gli ascolti non convincono, si prendono decisioni anche drastiche. Neppure il tempo di capire se alla seconda puntata gli ascolti sarebbero migliorati: Rai 1, come si evince dalla Guida Tv ufficiale, ha deciso di cancellare dalla programmazione la serie tv americana. La prossima settimana quindi non andrà in onda The Resident. Niente episodi previsti per il 21 luglio 2020. Al posto di The Resident andrà in onda la fiction in repliche Sorelle.

ASCOLTI TROPPO BASSI: THE RESIDENT CANCELLATO

La prima puntata di The Resident ha registrato una media di ascolti pari a 1,8 milioni di spettatori. Numeri a quanto pare troppo bassi per Rai 1 che ha deciso quindi di cancellare la serie tv americana, non dando la possibilità al pubblico di continuare a vedere.Non si andrà in onda neppure in seconda serata, e neppure su Rai 2, che avrebbe magari potuto ospitare le puntate inedite, con ascolti in linea con quelli della rete. Per il momento la Rai, dopo aver annunciato in grande stile il ritorno della seconda stagione di The Resident, non ha dato nessuna comunicazione ufficiale della scelta fatta.

Vedremo se nelle prossime ore ci sarà un qualche accenno anche per cercare di capire se il pubblico avrà modo di vedere altrove la serie.

DOVE VEDERE LA SECONDA STAGIONE DI THE RESIDENT

La serie negli Stati Uniti è trasmessa da Fox, ed è quindi possibile vedere gli episodi in streaming ma in lingua originale. Per gli abbonati di Sky, è invece possibile seguire la seconda stagione di The Resident sulla pay tv.

E per i comuni mortali che non hanno invece Sky e che non conoscono la lingua inglese, non resta che attendere una nuova decisione della Rai, magari una nuova collocazione della serie nel palinsesto estivo, vedremo!

Ultime Notizie Flash su Instagram

Leggi altri articoli di Fiction e Serie TV

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close