Mattino Cinque, Guendalina e Margherita piangono abbracciate

Un’amicizia nata al GF 11 e che non poteva finire e non è finita come hanno dimostrato oggi a Mattino Cinque le due protagoniste: Guendalina Tavassi e Margherita Zanatta.

Dopo tutti gli insulti e le accuse che si sono tirate addosso l’uno contro l’altra, adesso sembrano essere tornati i vecchi tempi, quelli in cui Margherita e Guendalina nella Casa del GF 11 erano talmente legate da sembrare false. Per qualcuno oggi sono più false di prima ma le lacrime di oggi a Mattino Cinque sembravano sincere.

Sarà stato il passare del tempo che guarisce i dispiaceri, sarà stato il dispiacere di Marghe nel vedere la sua amica in difficoltà dopo l’esclusiva lanciata da Gabriele Parpiglia, ma questa volta la varesina ha difeso Guenda proprio come avrebbe fatto un tempo.

Alle accuse del giornalista, ospite fisso di Mattino Cinque, contro la giovane mamma romana, la Zanatta ha sottolineato che il carattere della sua amica è di certo particolare ma vero e che la sua storia con Remo è finita ma che lei non è capace di mostrare rancore anche nei confronti di chi le fa del male. Strano che a dirlo sia proprio Margherita, alla quale Guendalina non aveva perdonato alcuni commenti e confessionali.

Ma le amicizie vere, forse, non hanno bisogno di troppe spiegazioni. “La verità è che ci vogliamo bene” ha esclamato la speaker e subito dopo è andata incontro a Guendalina sciogliendo le sue lacrime in un abbraccio. Pace fatta e alleanza ritrovata? Per qualcuno sì, per altri proprio no. Ma sembravano reali anche le lacrime della terza classificata al GF 11 mentre rispondeva per la prima volta alle domande preparate per la macchina della verità. Perché non crederci?

S.L.

Seguici anche su Instagram

One response to “Mattino Cinque, Guendalina e Margherita piangono abbracciate

  1. L’amicizia è un sentimento forte, forse più dell’amore. Sono contenta se prevarrà su tutte le incomprensioni, in fondo sono state ottime amiche dentro la casa e non vedo perchè non potranno esserlo fuori. Di sicuro a Guenda la vita ha riservato schiaffi memorabili (un pò, però, se li è anche cercati) e se oggi ride che male c’è.
    Auguri ragazzi e credeteci, sempre!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.