Film stasera in tv, Scusa ma ti voglio sposare su Sky

Vogliamo premiare per una volta un film tutto nostrano; dopo aver osannato i miti del cinema hollywoodiano e delle commedie classiche americane, ci concentriamo invece su un prodotto tutto italiano. Questa sera venerdì 23 settembre, a partire dalle ore 21.10 su Sky Cinema 1, una prima visione fra risate, adolescenzialità e un po’ di ironia: sintonizziamoci su Scusa ma ti voglio sposare. Tratto dall’omonimo romanzo di Federico Moccia, il lungometraggio uscito nei cinema l’anno scorso in febbraio è il sequel del precedente Scusa ma ti chiamo amore. Gli interpreti principali sono dunque gli stessi: il grande e “maturo” Raoul Bova da un lato, Michela Quattrociocche piccola e più “idealista” dall’altro. Entrambi sono diretti dallo stesso Moccia, regista anche di Classe mista Terza A e dal tanto osannato Tre metri sopra il cielo. Per la composizione della colonna sonora sono stati chiamati di nuovo gli Zero Assoluto,  già largamente attivi nel primo episodio. Forse eccessivamente criticato dal mondo dei cinefili per l’ingessatura che Moccia produce dei personaggi, non possiamo certo dire che questo sia un capolavoro della storia del cinema. Ci sono dei buoni spunti, soprattutto nel montaggio e nell’intreccio narrativo. Brava però a volte eccessivamente finta nella recitazione la Quattrociocche. Punti di buio e luce dunque in un prodotto che ha comunque convinto parte del pubblico a spendere soldi e tempo per seguirne la storia. Siamo però convinti che Moccia possa essere impiegato come regista di opere più serie e profondo. Per una serata in allegria.

La trama di Scusa ma ti voglio sposare:

Continua la storia d’amore fra Alex (R. Bova) e Niki (M. Quattrociocche) che dopo aver convissuto al faro decidono di trasferirsi definitivamente a Roma. La loro storia prende una svolta decisiva…

Gabriele Scardocci

 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.