Viva RaiPlay ascolti d’oro ma i numeri sono quelli che ci si aspettava?

La tv è cambiata, questo lo sentiamo dire spesso quando si parla di ascolti, ed è proprio per questo motivo che la Rai vuole sperimentare altro. Lo fai con RaiPlay, lo fa con Fiorello su Raiplay. La contraddizione di questa operazione sta nel fatto che, per lanciare un nuovo format in streaming, si usi la televisione ma questo è lo specchio di un paese vecchio e pigro che non ama molto le nuove tecnologie. Del resto si pensi anche al fatto che la prima puntata di Viva Raiplay 15 minuti dopo la fine dello show non era ancora disponibile on line. E questo ci porta già a comprendere come l’Italia sia davvero molto ma molto indietro. Mediaset ad esempio in questo senso fa molto meglio: ha capito l’importanza delle clip che vengono pubblicate sul sito ufficiale quasi in contemporanea con il programma stesso mentre su Rai Play non è possibile trovare le clip di tutti i programmi e la puntata intera è disponibile solo dal giorno successivo.

Se si vuole innovare, lo si dovrebbe fare dalle basi…

FIORELLO TORNA IN TV E FA IL BOTTO? ECCO I NUMERI DI VIVA RAIPLAY

Ma tornando agli ascolti della prima mini puntata di Raiplay, cosa possiamo dire? Lo show di Fiorello ha diviso ieri: c’è chi lo ha trovato inutile, disordinato e poco innovativo e chi invece vede nello show man il vate del futuro. E lo stesso discorso oggi viene fatto con gli ascolti: 6 milioni di spettatori davanti alla tv per lo show di Fiorello. Numeri che sarebbero stati accolti da Mediaset, ad esempio, come memorabili, visti quelli che sono di recente i risultati. Ma per la Rai che è abituata a una media di oltre 5 milioni di spettatori grazie ad Amadeus e che manda in onda fiction da 6 milioni di spettatori, questi sono davvero i numeri che ci si aspettava?

Ed è qui che entra in gioco il discorso della tv che cambia. Molti analisti fanno notare che fino a 4-5 anni fa questi numeri sarebbero stati ridicoli per uno show di Fiorello, che si sarebbe parlato di flop. Oggi però le cose cambiano. Ed è un discorso generale che dovremmo imparare a fare più spesso in base ovviamente, anche al target di riferimento. Ma è un discorso che ha le sue eccezioni. Pensiamo ad esempio a Il Collegio, un programma solo per giovani. Quando c’è qualcosa che piace i giovani, tablet, pc e cellulari a parte, si sintonizzano in tv. I numeri ci sono. Poi è chiaro che sia più semplice rivedere le clip, le puntate in streaming e che quando si tiene conto degli ascolti bisognerebbe parlare anche di questi numeri. Forse più che continuare a dire che la platea è cambiata, dovremmo imparare a unire i dati dello streaming, che sono molto più attendibili, a quelli della vecchia analisi auditel che sa di stantio, visti i metodi usati.

Oggi questo numeri decretano lo show di Fiorello come il programma più visto della giornata. E la Rai segna una tripletta nella giornata del 4 novembre 2019:

Il Commissario Montalbano – Il Gioco degli Specchi ha conquistato 4.851.000 spettatori pari al 22.86% di share.

Su Rai1 VivaRaiPlay! è stato visto da 6.532.000 spettatori con il 25.08% di share; Soliti Ignoti – Il Ritorno ottiene 6.365.000 spettatori con il 23.80%. 

I tre programmi più visti infatti sono andati in onda su Rai 1. Adesso bisognerà vedere se i dati resteranno gli stessi anche in questi giorni, dopo la sorpresa iniziale. E poi soprattutto se avverrà il miracolo: ossia dati di ascolto da boom anche per RaiPlay in streaming, solo in quel caso la Rai potrà aver vinto la scommessa.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.