Silvia Toffanin e Fiorello insieme su RaiPlay: momento storico in tv dopo i “vaccini” della conduttrice

E’ stato davvero un momento molto divertente quello che ha visto protagonisti ieri nella puntata di Viva RaiPlay dell’11 dicembre 2019, Silvia Toffanin e Fiorello. Per la prima volta la Toffanin sbarca in Rai e vederla al fianco di Fiorello, dobbiamo ammetterlo, ha fatto un grande effetto. Chi segue Viva RaiPlay sa bene che Fiorello, sin dall’inizio di questa sua avventura, nomina la conduttrice di Verissimo. Ha persino inventato uno spazio dedicato in qualche modo a lei. Fiorello infatti ha confessato che il suo mito è proprio la Toffanin per le interviste che riesce a fare.Ed è per questo che lui sogna uno spazio che in qualche modo ricordi le interviste americane, qualcosa in stile E poi c’è Cattalan, ma con un’ispirazione toffaniana. Per questo ha inventato anche un hashtag che dovrebbe sintetizzare quello che Fiorello vuole fare: una sorta di E poi c’è Fiorello che si ispira a Silvia Toffanin nelle sue interviste…

E alla fine l’incontro è avvenuto. Difficile immaginarlo ma i miracoli esistono…Silvia Toffanin in modo ironico ha risposto alle domande di Fiorello che ha esordito così: “Da oltre vent’anni lei è la compagna di PierSilvio Berlusconi, lavora a Mediaset, quanti vaccini ha dovuto fare prima di entrare in Rai?”.

SILVIA TOFFANIN E FIORELLO INSIEME IN RAI: L’INCONTRO STORICO

Ho finalmente intervistato il mio mito” ha detto Fiorello dopo aver fatto le prime domande a Silvia Toffanin. E la conduttrice ha risposto ringraziando Fiorello ma ribadendo che è lui il suo mito! E poi ha raccontato anche un aneddoto che di certo resterà nella storia della tv e non solo. Fiorello infatti le ha chiesto che genere di nonno è Silvio Berlusconi, se per esempio si veste anche da Babbo Natale. “E’ dolcissimo con i suoi nipotini, non si è ancora vestito da Babbo Natale ma si è vestito da Superman” ha raccontato la conduttrice di Verissimo.

Un momento che resterà davvero negli annali della tv.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.