Piero Badaloni a Vieni da me morto per un equivoco, spiega cosa è accaduto

badaloni oggi

Nel 2016 Piero Badaloni rispose al telefono e poco dopo cercando su Wikipedia scoprì che c’era la notizia della sua morte. A Vieni da me il giornalista racconta quell’episodio; l’equivoco della sua morte dice tutto sul potere non sempre positivo di Internet. Grazie alla nuova tecnologia possiamo approfondire tutto con brevi ricerche ma restano le fake news, quelle che lui preferisce chiamare bugie. Alla Balivo e al pubblico racconta che tutto era nato da un post di sua nipote Roberta Badaloni, figlia del cugino morto. Un caso di omonimia, la notizia si diffuse in brevissimo tempo. In assoluta buona fede il giornalista Andrea Sarubbi aveva contribuito a fare girare la falsa notizia. Piero è tra i volti indimenticabili del telegiornale, della televisione, può raccontare tante cose e ricorda soprattutto l’attentato a Papa Giovanni Paolo II. Aveva appena finito il suo telegiornale delle cinque, stava tornando a casa in auto e vide la gente fermarsi, tutti cercavano notizie, fece manovra e tornò in redazione, iniziò la sua lunga diretta.

PIERO BADALONI SPOSA DA 48 ANNI RINGRAZIA SUA MOGLIE

“Tornai in redazione e feci uno speciale fino alle 20. Mi diede un’agenzia di tre righe in cui si diceva che il Papa era stato ricoverato al Gemelli. Quindi cominciai a raccontare e fu il momento più difficile ed emozionante della mia vita professionale”. Se ha potuto lavorare e fare carriera e avere al tempo stesso una bellissima famiglia con tre figli lo deve a sua moglie. Si è resa disponibile, insegnava e si occupava dei loro figli. Dopo 48 anni è sempre con lei che ha voglia di andare in giro per rifugi sulle Dolomiti.

“Devo molto a mia moglie” ma il pubblico deve molto anche a lui che è sempre stato un cronista e un conduttore che è entrato con grande professionalità e garbo nelle nostre case.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.