Sydne Rome a Vieni da me racconta il terribile incidente che le ha paralizzato la faccia (Foto)

Ultima cornice per Sydne Rome a Vieni da me che ricorda il terribile incidente di 10 anni fa. “La macchina non si è fermata. Ero con mia figlia di 8 anni. Aveva preso una macchina che stava ferma da 3 settimane, ha visto una fila lunga di auto e si è resa conto che non frenava”. Non aveva scelta, andava piano ma doveva pensare al danno minore, aveva paura soprattutto per la sua bambina. Dopo lo schianto gli airbag sono esplosi, la figlia non si è fatta nulla ma lei ha riportato delle ferite sul volto ma non erano semplici ferite. “Mi si è aperta la faccia” ricorda ma senza fare alcun dramma, continua a sorridere. Racconta che è stata trasportata in ospedale: “Non hanno visto che c’erano i muscoli danneggiati ma ho continuato a lavorare” solo che poi tutto è peggiorato.

SYDNE ROME DIECI ANNI FA L’INCIDENTE

Hanno cucito le ferite ma non si sono resi conto che sotto c’era ben altro. Lei non si è preoccupata, non si lamentava, doveva lavorare, fino a quando suo marito le ha imposto di farsi curare, di fare qualcosa. Sono passati 10 anni da quell’incidente e oggi può dire di stare meglio. Per Sydne c’era altro a cui pensare, trovare lavoro, proseguire con il lavoro e tenerselo stretto. Non pensava alla bellezza, nonostante sia sempre stata molto bella, confida che aveva altri interessi, altro a cui pensare, che la bellezza non era la cosa più importante, che non poteva certo fermarsi per questo. “Non si va mica in giro con lo specchio” ha sottolineato che non sempre e non in ogni momento uno pensa a come sta. Pensava ai provini e alle prove.

Il dolore non la fermava e non la fermava nemmeno la paralisi che aveva ai muscoli del viso. Guarda le immagini del passato, bellissima,  lei negli anni ’80 ma quasi non si riconosce, si guarda è non sembra se stessa, è cresciuta e oggi è un’altra persona.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.