Filippo Magnini non avrebbe mai voluto dare quel dolore ai suoi genitori (Foto)


Filippo Magnini dopo tre anni vorrebbe gridarlo a tutti che è libero, che ha vinto, che l’accusa di doping è caduta, perché è stato assolto (foto). Non abbassa più gli occhi quando incontra le persone, sapeva di essere innocente ma si sentiva ugualmente sbagliato, additato, nonostante tutto. Ci ha messo tutto se stesso per vincere questa battaglia e alla fine ce l’ha fatta. E’ il suo momento più bello, ha vinto, la decisione del TAS lo ha assolto e sta per sposare la meravigliosa Giorgia Palmas ma c’è una cosa che lo fa soffrire ancora. A Verissimo gli occhi di Filippo Magnini si riempiono per un attimo di lacrime, pensa ai suoi genitori, al dolore che non avrebbe mai voluto dare alla madre e al padre. 

FILIPPO MAGNINI A VERISSIMO PARLA DI CHI GLI HA GIRATO LE SPALLE

Il campione di nuoto racconta nello studio vuoto di Verissimo che ogni volta che chiamava la sua mamma negli ultimi mesi lei era sempre in ansia, gli chiedeva notizie. L’attesa della sentenza dal 4 dicembre fino al 27 febbraio ma poi finalmente è arrivata e quando ha chiamato sua madre lei che era dal veterinario ha iniziato ad urlare che avevano vinto: “Ha avuto la stessa reazione che volevo fare io”. E’ il dispiacere più grande quello di avere dato quel dolore ai suoi genitori: “I miei non se la meritavano questa cosa qua”.

In tanti gli hanno girato le spalle ma Magnini non si è mai preoccupato di queste persone perché erano dei conoscenti: “Non la vedo una cosa negativa perché magari tutti noi se guardiamo i nostri telefoni abbiamo centinaia di numeri ma poi sono poche le persone che senti. Ho poi fatto un ripulisti pazzesco ma le persone in cui credevo si sono dimostrate corrette”. 

Leggi altri articoli di Programmi TV

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close