20 anni di C’è posta per te: si chiude con ascolti record che resteranno nella storia


Ultima puntata ( inedita) ieri di C’è posta per te. Puntate registrate, ci viene da dire, per fortuna, prima dell’emergenza coronavirus. Puntate registrate che ci hanno permesso di ricordarci come era bello vedere gli studi televisivi pieni, sentire gli applausi, sentire l’affetto o il dissenso del pubblico. La puntata di C’è posta per te in onda il 14 marzo 2020 ci ha ricordato quanto era bello abbracciarsi o anche semplicemente darsi la mano. Tutto andrà bene, tutto tornerà come prima, ma per adesso, il nodo in gola, sale ogni volta.

Gli italiani restano a casa e scelgono Maria de Filippi: oltre 7,1 milioni di spettatori davanti alla tv. E’ il primo sabato che si rispetta davvero quello che il Governo ci ha chiesto, e lo si capisce anche da questi numeri che scrivono la storia dei programmi in onda in questo periodo. C’è posta per te registra un record storico, forse uno dei migliori risultati dei suoi 20 anni. Chiude con un grande GRAZIE da parte di Maria a tutto il suo pubblico, che si è appassionato alle storie raccontate anche in questa edizione, ai protagonisti delle storie ma soprattutto alla grande famiglia, la sua squadra, che lavora al suo fianco.

20 ANNI DI C’E’ POSTA PER TE: NUMERI RECORD PER L’ULTIMA PUNTATA

Vediamo i numeri della serata di ieri

Black or White ha conquistato 2.552.000 spettatori pari al 10.1% di share ( il film in replica era giù andato in onda in questa stagione televisiva ed è iniziato intorno alle 22) .

Su Canale 5 C’è Posta per Te ha raccolto davanti al video 7.185.000 spettatori pari al 28.6% di share. Numeri pazzeschi per Canale 5.

Da sabato prossimo andranno in onda delle repliche di C’è posta per te per coprire, almeno per due settimane, il prime time della rete in un momento complicato per tutti. Non sappiamo se saranno storie raccontate in questa edizione o se magari si andranno a scovare delle storie del passato.

Leggi altri articoli di Programmi TV

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close