Mara Venier e le emozioni della sua Domenica IN stravolta dal Covid 19: impossibile non piangere

Conferenza stampa di presentazione della nuova edizione di Domenica IN,in partenza il 13 settembre 2020. Sono 45 le edizioni del programma di Rai 1 e Mara Venier è stata padrona di casa delle ultime tre. L’edizione 2019/2020 passerà di certo alla storia della tv a causa del covid 19. Una pandemia che ha cambiato il mondo e in quei giorni difficili, anche il modo di fare tv. Come se non bastasse a complicare la vita a Mara Venier, senza pubblico, senza ospiti, senza orchestra, con i suoi autori a casa e con pochi stretti collaboratori in studio, ci si è messa anche la caduta dalle scale e il gesso che le ha fatto compagna nelle ultime puntate. Ma la conduttrice è andata avanti, forte, senza fermarsi. A distanza di mesi da quei giorni, non può fare a meno però di ricordare quanto sia stato difficile. Le emozioni e le lacrime non sono mancate. A mancare invece gli abbracci, quelli che non ha potuto dare ai suoi ospiti. Lo ha fatto solo nell’ultima puntata, non potendosi trattenere dallo stringere Romina Power, dopo la morte di sua sorella.

Oggi a distanza di due mesi e mezzo da quei giorni complicati, Mara ricorda come è stato difficile gestire Domenica In. Ma alla fine tutto è andato bene ed è anche per questo, come spiega Coletta nella conferenza stampa di oggi, che il programma di Rai 1 non si cambia. Se funziona, va bene così! Undici le edizioni di Domenica IN per Mara Venier ma la conduttrice non può nascondere che l’ultima è stata per lei la più emozionante.

Mara può guardare al passato, sperando che questa edizione di Domenica IN sarà più “tranquilla” e anche semplice da gestire, anche se le restrizioni sono ancora molte. Non più di 8 ospiti in puntata in studio, non più di 5 componenti della band. Insomma non siamo ancora tornati alla normalutà che è ancora lontana.

MARA VENIER: L’ULTIMA DIFFICILE EDIZIONE DI DOMENICA IN

Pensavo di non essere all’altezza, di non essere in grado di gestire una situazione così difficile, ho mollato una domenica, il sabato prima ho chiamato il mio avvocato e gli ho detto ‘io non ce la faccio’. Avrei dovuto avere ospite il giorno dopo il viceministro Sileri, che era risultato positivo proprio in quella giornata” ha raccontato Mara.

La conduttrice ha spiegato di esser stata lei a volere un filmato forte, come quello degli abbracci, mandato in onda al rientro. Lei che è sempre molto fisica, avrebbe sentito la mancanza degli abbracci ma almeno, vedendo il filmato, ne avrebbe ricordato il valore e l’importanza. “Dopo che il mio autore mi ha mandato il filmato sugli abbracci, mi sono commosso, ho pianto. Sono ripartita così. Il mio gruppo di autori e collaboratori lavora da casa, mi sono ritrovata da sola. In camerino facevo tutto io da sola. In quel momento mi interessava solo portare il cuore a chi stava a casa. Abbiamo cambiato completamente il programma ed è andata molto bene” ha spiegato Mara Venier nella conferenza stampa di oggi.

E a proposito dell’abbraccio con Romina, tanto criticato anche sui social ( e anche da Maurizio Costanzo che non ha approvato) la Venier risponde: “Quando l’ho vista entrare in studio, sapendo che il giorno prima aveva perso la sorella, l’ho abbracciata, fregandomene delle regole che lo vietava. Quell’abbraccio lì non li dimenticherò mai”.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.