Simona Marchini in lacrime per Gigi Proietti a Storie Italiane: “Un grande regalo della mia vita”

Simona Marchini è tra gli amici e colleghi di Gigi Proietti in lacrime, sono tantissimi e l’attrice ospite di Storie Italiane non riesce a trattenere le emozioni di queste ore. Ha tanti ricordi del maestro che ieri è andato via: “Era l’attore più completo e straordinario che abbiamo mai avuto, pera popolare, diretto, comico ma anche drammatico”. Non sono parole di circostanza, non sono parole che ascoltiamo solo adesso che Gigi Proietti è morto. Si commuove Simona Marchini e confida il suo amore infinito per lui, la sua gratitudine immensa. Racconta che una sera lui la sentì a teatro: “Si entusiasmò e decise di regalarmi la regia uno spettacolo che è un po’ la storia della mia vita; è anche un messaggio del valore dell’arte. Lui si è divertito, abbiamo lavorato per un mese come matti. E’ stato un dono che mi ha fatto la vita. La mia gratitudine infinità perché con lui avevo creato un rapporto profondissimo tra me e lui”. 

 A STORIE ITALIANE LE LACRIME DEI COLLEGHI, AMICI E ALLIEVI DI GIGI PROIETTI

Un’ultima cosa Simona Marchini la deve dire, si asciuga le lacrime e parla del dolore che Gigi Proietti non ha mai dimenticato, parla del Teatro Brancaccio di Roma: “Gigi l’aveva fatto resuscitare ma a sorpresa si ritrovò che gli era stato sottratto da Maurizio Costanzo; un dolore mai risanato”.

Anche Sandra Milo la gli occhi pieni di lacrime, si rivolge direttamente a Gigi Proietti: “Gigi non verrò al tuo funerale perché troppi amici in questo periodo sono andati via, andrò solo al mio, ma ti porterò sempre nel cuore”. 

In collegamento con Storie Italiane anche Rodolfo Laganà e Carlo Buccirosso entrambi con un grande dolore per la morte di Proietti. Lo hanno conosciuto grazie alla stessa passione, in modo diverso. Entrambi ringraziano la vita per lo stesso dono, per averlo conosciuto, vissuto da vicino. Una fortuna averlo avuto come maestro, come regista, come il più illustre dei colleghi ma sempre umile: “Un grande signore con una educazione e una professionalità come pochi”.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.