Forti contrazioni in diretta per Alessandra Tripoli: Storie Italiane attende il parto (Foto)

Alessandra Tripoli sta per diventare mamma, le contrazioni sono iniziate e Storie Italiane segue in diretta coccolando la ballerina che al momento è ancora a casa sua, comoda sul suo divano (foto). E’ in arrivo un maschietto per la dolce Alessandra Tripoli che non vede l’ora di tenere tra le braccia il suo primo figlio. Manca ancora qualche giorno al termine della gravidanza, più di dieci, ma lei è sicura che il piccolo stia per nascere. Ne è sicura anche Eleonora Daniele che continua a ripeterle che manca pochissimo preoccupandosi di come stia. Sarà un parto quasi in diretta per la Tripoli che sa già che dovrà affrontare tutto da sola perché a causa del Covid il compagno non potrà restare con lei, non potrà entrare in sala parto nemmeno dopo la nascita del figlio. 

ALESSANDRA TRIPOLI MAMMA: MANCA POCHISSIMO AL PARTO 

Tra un servizio e l’altro di Storie Italiane Eleonora Daniele chiede ad Alessandra Tripoli se va tutto, se si sente bene. “Sto benissimo, arrivano delle forti contrazioni – confida toccando di continuo il pancione – quindi presumo manchi poco ma niente di vero e proprio però…” Eleonora Daniele pensa invece che la nascita sia molto vicina perché anche la sua Carlotta “dopo le prime contrazioni era praticamente già nata”.

Tra tante notizie negative dall’America ai nostri ragazzi che purtroppo sono in tornati alla didattica a distanza, c’è qualcosa di bello da seguire, un motivo per sorridere ed emozionarsi. Ed è evidente che ne abbia bisogno anche Eleonora Daniele che ancora una volta commenta quanto le manchi il suo pancione. Però anche in tutta questa gioia la pandemia rende tutto più complicato, la ballerina di Ballando con le Stelle sa che dovrà salutare il compagno davanti all’ospedale per poi rivederlo con il bebè tra le braccia. 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.