Ornella Vanoni a Domenica In: “Un anno chiusa in casa senza accendere la luce” (Foto)

Ornella Vanoni a Domenica In ha chiuso con la depressione, è voglia di vivere, è la felicità di avere la sua età, è ancora e sempre musica. La Vanoni ha superato il covid ma molto altro. Al telefono per lei c’è Renato Zero, le ricorda di prendere le vitamine, le fa mille complimenti, la Vanoni gli ricorda che è la sua trasmissione. Un’amicizia che dura da tanti anni. “Mi sento di essere una persona che ha fatto una carriera molto grande” dal teatro alle canzoni di grandi cantautori, un disco in America con i grandi jazzisti del mondo… “Insomma, ho sempre fatto delle cose belle. Sono molto soddisfatta e a questo punto della mia vita sono tranquilla”. Non dormiva, aveva paura, era terrorizzata e adesso tutto è passato: “Sono lieve, mi occupo più degli altri che di me stessa adesso”. Ha sofferto di depressione ma anche in questo torva il lato positivo: “Ogni volta che uscivo dalla depressione mi veniva un’idea straordinaria ma in quei periodi vivevo male”.

Non aveva nessuno vicino in quei momenti. Racconta anche di un anno chiusa in casa senza accendere la luce, al buio: “Perché anche se accendevo la luce era buio”.

Nessuno vuole stare vicino a una persona depressa ma Ornella Vanoni ce l’ha fatta da sola. Non è solo l’amore che le ha portato la depressione, ha sofferto per alcuni uomini ma la Vanoni confessa che anche quando era molto innamorata e amata è andata in depressione.

Oggi è molto più felice di quando era giovane, le piace la sua vecchiaia, sta meglio, sta bene, non ha più bisogno delle pillole per dormire.

Si è sposata in giallo, il suo abito da sposa era giallo e sul suo ultimo disco “Unica” è in giallo, è il suo colore, è la sua personalità. Un lavoro che dedica a suo figlio, ai suoi nipoti. 

Un solo rimpianto: “Di avere mollato il cinema che poteva essere una strada straordinaria ma facevo già fatica a cantare, ho perso il tram ma va bene così”, è felice, oggi più di ieri.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.