Cugini di Campagna: l’ictus di Ivano è legato al ritorno di Nick (Foto)

Ospite nello studio di Oggi è un altro giorno Ivano Michetti mentre il resto del gruppo dei Cugini di Campagna è in collegamento (foto). Tra loro c’è anche Nick Luciani, è recente la reunion ma l’emozione per loro è ancora forte, soprattutto perché l’ictus che a settembre ha colpito Ivano è legato al ritorno della storica voce. “Nella vita si litiga, succede, ho voluto fare un mio progetto da solista ma la mia vita è con il gruppo, ero così piccolo quando sono entrato…” racconta Nick ma c’è anche altro, lo aggiunge dopo Ivano quando racconta di quella notte, del suo malore, dei quindici giorni di coma, dei mesi che ci ha messo per riprendersi. Sta bene oggi Ivano ma il ricordo di quella notte lo commuove per più di un motivo.

IVANO MICHETTI RACCONTA IL MALORE DI QUELLA NOTTE

“Erano le 4 di notte, mi sono alzato che dovevo andare in bagno, mi alzo ma cado sul letto, mi preoccupo un po’ perché tento di alzarmi e un lato era tutto spento. Mia moglie mi chiede ma non sapevo, ho chiamato una mia amica, Barbara, ho spiccicato qualche parola ma non si capiva nulla”. La moglie ha preso il telefono e lui è entrato in coma. E’ rimasto in coma per 15 giorni, l’hanno operato, gli hanno messo il pace maker ma c’era qualcosa di più grave, l’ictus aveva colpito la parte destra del cervello. 

“Ero con la Madonna per tutti i 15 giorni ma ero bambino e mi sorrideva” ricorda bene un suo messaggio: di ricordarsi della parabola del figliol prodigo, poi si svegliò. Non capiva il senso di quel messaggio. E’ rimasto 5 mesi a letto per riprendersi e un giorno arriva una telefonata che lo avvisa che Nick voleva parlare con lui. Quell’incontro lo emoziona, era quello il messaggio della Madonna, Ivano ne è certo. Nick chiedeva scusa per essere andato via dal gruppo, c’erano persone che avevano remato contro. Pace fatta e oggi sono di nuovo gli storici Cugini di Campagna. 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.