Massimo Dapporto a 21 anni scopre di avere una sorella leggendo una lettera

Massimo Dapporto stava preparando l’esame di maturità ed era in una stanza piena di fotografie, lettere, ricordi. Ha iniziato a curiosare e ha tirato fuori le lettere, in una era dichiarata l’esistenza della sorella. “In questa lettera si diceva che avevo una sorella, non era molto dichiarata la cosa ma c’era il nome Giancarla che ricorreva di continuo” alla fine una zia gli disse di chiedere a suo padre la verità. Prese la lettera e la portò da suo padre, gli disse che era contento, che era felice di avere una sorella. Una figlia che Carlo Dapporto aveva nascosto per pudore perché era nata fuori dal matrimonio, ben prima della sua nascita. Una figlia nata dal legame con una donna che il padre aveva conosciuto quattro anni prima di conoscere sua madre. Il primo incontro con la sorella Giancarla è stato imbarazzante, erano entrambi imbarazzati non ricorda cosa si sono detti, hanno fatto una passeggiata, si sono incontrati a Milano, un giro anche a guardare i negozi: “Sono passati tanti anni, lei è felicemente sposata, tre figli, nipoti”. Saluta anche il fratello, non vuole parlare della sorella e non del fratello, saluta entrambi. 

MASSIMO DAPPORTO – DA UN ANNO E MEZZO SOLO A CASA

“Sto a casa da solo, con una ragazza peruviana ma non fatevi idee sbagliate, la situazione è da Perpetua e Don Abbondio”. A casa non ci sono né la moglie né suo figlio per una serie di motivi e contrattempi ma Dapporto non si è mai perso d’animo in questo periodo di pandemia. “Ho affrontato questo periodo facendo finta di essere stato condannato a due anni di reclusione per una cosa che non so nemmeno io che ho fatto. Sto tranquillo, è da un anno e mezzo che sto a casa”. 

Il 13 maggio Massimo Dapporto farà la seconda dose di vaccino e una settimana dopo si sentirà più tranquillo, come tutti. 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.