E’ sempre mezzogiorno: Zia Cri è tornata, racconta che è caduta a terra

Per tutta la scorsa settimana Zia Cri è stata assente, non era nella cucina di E’ sempre mezzogiorno e Antonella Clerici aveva raccontato di un malore e dei necessari accertamenti. Ogni giorno la conduttrice e gli altri protagonisti del programma hanno inviato saluti a Zia Cri raccomandandole di riprendersi al più presto ma di riposarsi. Cosi ha fatto: Cristina Lunardini è rimasta due giorni in ospedale e poi tornata a casa e ha fatto in modo di curarsi al meglio. Nella puntata di oggi di E’ sempre mezzogiorno Zia Cri è presente, sta bene e confida cosa è accaduto. E’ caduta a terra, forse svenuta per qualche istante, spiega la motivazione.

ZIA CRI SPIEGA PERCHE’ E’ STATA MALE

“Sono caduta a terra perché avevo i valori di emoglobina bassissimi” la Lunardini spiega che si sentiva stanca, molto stanca ma non immaginava di essere anemica. “Io mi sentivo stanca e avevo il fiatone e il cuore in gola” pensava di dovere magari dimagrire o fare un po’ di allenamento perché fuori forma. “Invece il mio ferro si era disperso… Sono stata 2 giorni in ospedale a Riccione e devo dire grazie mi hanno voluto trattenere perché io volevo andare in studio ma ero disidrata e non avevo ferro”.

Zia Cri non voleva restare in ospedale, aveva già in testa di dovere prendere il treno per andare a Milano e poi negli studi di E’ sempre mezzogiorno. Ci hanno pensato anche Antonella Clerici e gli altri del programma a bloccarla e a non permetterle di lasciare l’ospedale.  
Solo uno spavento per Zia Cri ma adesso deve però curarsi e fare attenzione all’alimentazione e alle carenze nutrizionali. La sua esperienza può essere di aiuto ad altri. La carenza di ferro si manifesta in genere con stanchezza, affanno ed altro, i controlli con gli esami del sangue andrebbero fatti con una certa regolarità per conoscere il nostro stato di salute.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.