Cristina Fogazzi, l’estetista cinica suggerisce l’esfoliazione prima e dopo l’abbronzatura

Cristina Fogazzi, l’estetista cinica, ospite in collegamento con E’ sempre mezzogiorno ha messo in evidenza alcune tra le pessime abitudini estive delle donne e forse anche degli uomini. La paura che si lava via l’abbronzatura non fa lavare bene molte persone d’estate. “La melanina viene prodotta negli strati profondi dell’epidermide e si trasferisce a quelli superiori. Dopo 14 giorni dall’ultima esposizione l’abbronzatura va via” spiega Cristina Fogazzi. Quindi laviamo bene il viso, facciamo anche l’esfoliazione, cosa importantissima come suggerisce l’estetista cinica. Inoltre, bisogna preparare la pelle anche prima di metterci al sole. Attenzione a non farlo invece se ci siamo scottati. 

I CONSIGLI DELL’ESTETISTA CINICA A E’ SEMPRE MEZZOGIORNO

Sul corpo mettiamo dell’olio, perfetto quello di mandorle altrimenti anche l’olio di oliva o di girasole vanno benissimo, spalmiamolo bene sulle gambe e poi strofiniamo bene il sale fino. 

Sul viso invece usiamo olio e zucchero di canna, altrimenti va bene anche lo zucchero semolato. Se abbiamo del latte detergente che magari non usiamo possiamo fare l’esfoliazione sul viso con latte detergente e poi zucchero. Inoltre, se abbiamo una pelle molto delicata sostituiamo la farina di cocco allo zucchero. Va bene anche la farina gialla, questo sempre se abbiamo la pelle delicata o chiara, altrimenti lo zucchero resta la scelta migliore.

E’ importante poi lavare bene il tutto con l’acqua fresca. Ottimi consigli anche per non inquinare ma non è finita, la simpaticissima estetista cinica ha altri suggerimenti. 

Per le persone che hanno qualche anno in più e magari la pelle del viso più ispessita, anche a causa di una selvaggia esposizione al sole, è bene usare uno scrub più aggressivo, quindi per lo sì al sale e allo zucchero. L’estetista cinica quindi, consiglia a tutte di fare lo scrub per essere più luminose e più belle, l’abbronzatura non va assolutamente via.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.